Trapani, colpo alla rete di Messina Denaro: 22 arresti – VIDEO

Colpo alla rete di Matteo Messina Denaro: dalle prime ore di questa mattina, Carabinieri, Polizia e Dia (Direzione investigativa antimafia) stanno eseguendo un provvedimento di fermo, emesso dalla Procura distrettuale di Palermo, nei confronti di 22 presunti affiliati alle famiglie mafiose di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna, indagati per associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, detenzione di armi e intestazione fittizia di beni, reati aggravati dalle modalità mafiose.

L’operazione, denominata “Anno zero” si inserisce nel quadro della complessiva manovra investigativa finalizzata alla cattura del latitante Matteo Messina Denaro, anche attraverso il progressivo depotenziamento dei circuiti criminali di riferimento e il depauperamento delle relative risorse economiche.

In particolare, l’indagine che ha portato al blitz in provincia di Trapani ha consentito di individuare la rete utilizzata dal capo di Cosa nostra per lo smistamento dei ‘pizzini’, con i quali dava le disposizioni agli affiliati. Inoltre, ha confermato sia il ruolo di vertice ricoperto da Messina Denaro nel Trapanese sia quella del cognato, reggente del mandamento di Castelvetrano in seguito all’arresto di altri familiari. E questo è stato possibile ricorrendo a pedinamenti, appostamenti e intercettazioni.

Già lo scorso marzo i Carabinieri avevano arrestato 12 persone ritenute vicine al boss latitante.