Morti Bianche in Sicilia, Aricò: “Verificheremo ipotesi prepensionamento per chi esposto all’amianto”

L’appello lanciato dall’Osservatorio nazionale Amianto merita una risposta immediata delle istituzioni politiche e pertanto avrà il massimo sostegno da parte nostra: verificheremo la possibilità di portare al Consiglio dei ministri un atto di indirizzo che preveda il prepensionamento dei lavoratori esposti per periodi prolungati all’amianto, così come già fatto in altre Regioni”. Lo afferma Alessandro Aricò, capogruppo all’Ars di Diventerà Bellissima, commentando i dati del volume “Sicilia: il libro delle morti bianche. Cause, eventi e testimonianze”, presentato oggi a Palermo dall’Osservatorio nazionale Amianto.

Secondo il report, in Sicilia ogni anno sono circa 600 i morti per patologie connesse all’esposizione all’amianto, di cui 200 in provincia di Palermo. E nel capoluogo tra i lavoratori a rischio secondo l’Osservatorio nazionale Amianto ci sarebbero quelli dell’ex Centro Elettronico del Banco di Sicilia.

Nel pomeriggio erano arrivate le critiche da parte dell’Ugl alla politica regionale “sempre timida e poco partecipe al cospetto di un così grave problema”.