Sciopero di 72 ore dei lavoratori portuali dal 3 maggio in tutta la Sicilia

Si fermeranno per 72 ore i circa 500 lavoratori portuali di tutta la Sicilia dalla mezzanotte del prossimo 3 maggio a sabato 5. A proclamare l’astensione dei lavoratori che si occupano delle operazioni portuali, sono i sindacati di categoria Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti nell’ambito della vertenza sulla cosiddetta autoproduzione, la scelta di alcuni armatori di gestire in proprio le attività portuali, operazioni di carico e scarico, che sono di competenza delle società che operano all’interno degli scali. Intanto hanno preso il via, già stamani e sono in corso, i sit in tutti i porti.

Lo stato di agitazione era stato proclamato lo scorso 27 marzo, ma a portare allo sciopero di 72 ore, che causerà molti disagi in tutti gli scali siciliani, è stata la decisione annunciata dalla Caronte & Tourist che ha comunicato all’Autorità portuale di Messina e all’impresa portuale di Milazzo la volontà di agire in regime di autoproduzione a partire da subito.

“La stessa Autorità portuale di Messina – commentano i tre segretari regionali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Sicilia, Franco Spanò, Amedeo Benigno e Agostino Falanga – ci ha fatto sapere che allo stato attuale la Caronte non dispone di alcuna autorizzazione ad agire in autoproduzione. Si tratta quindi dell’ennesimo attacco illegittimo non solo al lavoro portuale ma all’intero sistema economico regionale, che si regge su sottili equilibri garantiti, prima di tutto, dall’efficienza dei porti assicurata da questi lavoratori. La decisione peraltro non tiene alcun conto delle nostre richieste e della convocazione sulla vertenza attesa dalla Presidenza della Regione”.

Da anni le compagnie armatoriali usano proprio l’autoproduzione come strumento di ricatto per ottenere ribassi sui servizi – aggiungono Spanò, Benigno e Falanga – un atteggiamento scorretto se si considerano i capitolati d’appalto milionari dove si prevedono anche i costi operativi di questi servizi. Non possiamo tollerare il comportamento provocatorio e disfattista della Caronte, che in assenza di un controllo, ritiene di poter agire non rispettando le normative”, concludono i sindacati.

Il Museo del Carretto Siciliano - The Sicilian Cart Museum

Museo del carretto siciliano, entro il 2018 l’inaugurazione a Palazzo Valguarnera-Ganci

Nelle scuderie del prestigioso Palazzo Valguarnera-Ganci, noto al pubblico dei cinefili per la celebre scena del ballo ne “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, verrà inaugurato a Palermo entro la fine del 2018 il Museo del carretto siciliano. Simbolo dell’iconografia folcloristica ...
Leggi Tutto
Tutte le facce di Facebook

Tutte le facce di Facebook, un libro da condividere

Dopo la nascita di Facebook, niente è stato più come prima. E noi, come siamo sopravvissuti? Ce lo racconta Riccardo Lo Bue nel suo libro Tutte le facce di Facebook. Giovani e meno giovani, pensionati e studenti, uomini e donne: ...
Leggi Tutto
Carmelo Ferlito

Carmelo Ferlito, tre premi speciali al “Var Talent 18”

Il cantante catanese si è classificato al 4° posto al “VarTalent 18" Festival Canoro d'Italia (6 ottobre - Trento) ma si aggiudica ben tre premi speciali: migliore base, migliore interpretazione e migliore look Carmelo Ferlito, cantante e interprete originario di ...
Leggi Tutto
Piero Guccione

Addio a Piero Guccione, inimitabile pittore del mare

L'uomo che disegnava il mare non c'è più. Piero Guccione, capostipite della scuola di Scicli, è deceduto ieri a Modica e ha portato per sempre con sé quel suo tratto inconfondibile che è il marchio d'artista. Non ci sarà più ...
Leggi Tutto