La libertà dalla violenza contro le donne si impara a scuola: seminario al Saladino di Palermo

Imparare la libertà dalla violenza contro le donne sui banchi di scuola: è questo l’obiettivo del seminario “Insegnare la libertà – azioni educative della scuola contro la violenza sulle donne”, che si svolgerà domani, 19 aprile, all’I.C. Saladino (via Barisano da Trani, 7) a partire dalle 8.30. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività promosse dalle “Rete di scuole verso una scuola amica dei bambini e dei ragazzi”, in collaborazione con l’Unicef. “La nostra idea è partire dalla scuola per mettere a punto strumenti finalizzati alla formazione di una consapevolezza di genere – spiega Giusto Catania, dirigente scolastico dell’I.C. Giuliana Saladino – e porre in essere azioni di contrasto alla diffusione degli stereotipi di genere e alla violenza contro le donne”.

Il percorso infatti è pensato per affrontare il tema della violenza di genere nelle sue possibili articolazioni e si snoderà in diversi incontri tematici. Al termine della proiezione di un video sul flashmob organizzato al Cep in occasione del 25 novembre, saranno illustrate alcune proposte educative per “rendere impensabile la violenza contro le donne”. La mattinata proseguirà con la lettura di passi tratti dal libro di Giuliana Saladino “Chissà come chiameremo questi anni” – una vera e propria inchiesta sullo ‘stato’ delle donne siciliane – ed una sessione dedicata alla sensibilizzazione sulle “azioni culturali e repressive contro la tratta degli esseri umani”. Dopo “l’educazione all’affettività e alla scoperta di sé” nell’esperienza vissuta e raccontata dalla scuola, si parlerà infine dell’utilizzo offensivo del corpo delle donne nei media e nella pubblicità, con un confronto a più voci su “corpo delle donne fra sfruttamento e mercificazione”.