Ghigliottina Regione

La politica dei tagli colpisce in ogni direzione, dall’Irfis alle isole minori. Colpo di scure anche per il trasporto pubblico e per il diritto allo studio.

Non solo ex Pip. Tra i capitoli di bilancio che il governo intende tagliare nel prossimo triennio, è una vera e propria ecatombe per tantissimi settori della pubblica amministrazione. Dal capitolo destinato ai contributi per l’attività di ricerca e microelettronica, che potrà contare su 150mila euro in meno quest’anno e 262 mila euro in meno nel 2019, al capitolo destinato all’incremento del patrimonio Irfis: 1,5 milioni in meno nel 2018, 5 milioni in meno nel 2019, sei milioni in meno nel 2020. Tagli anche sugli oneri di garanzia a Sicilacque: quasi due milioni in meno quest’anno e un taglio di oltre tre milioni previsto per il 2019. Fortemente ridimensionati anche i contributi per le nuove assunzioni rivolti alle imprese che si occupano di microelettronica: 600mila euro in meno quest’anno, via un milione nel 2019.

È una Finanziaria che si preannuncia di lacrime e sangue, quella messa nero su bianco nelle tabelle B e C al maxiemendamento presentato dal governo guidato da Nello Musumeci. Calano anche i contributi alle Isole Minori per il trasporto rifiuti: 900mila euro in meno quest’anno e 1,5 milioni nel 2019.

Tracollo per i contributi erogati dalla Regione e destinati al servizio di trasporto pubblico locale: meno 23,5 milioni quest’anno e una previsione di tagli futuri da capogiro, oltre 41 milioni di euro in meno rispettivamente per il 2019 e il 2020.

Ai quali si aggiungono i tagli al capitolo sul pagamento dell’Iva per il trasporto regionale: meno 1,6 milioni nel 2018 e quasi tre milioni l’anno in meno nei successivi due anni. Anche il fondo per il personale Eas in liquidazione subisce una sforbiciata di un milione nel 2018 e 1,7 milioni ciascuno nei due anni seguenti. E ancora, i fondi per il demanio idrico vengono ridotti di 2,2 milioni, mentre il personale Ersu potrà contare su 375mila euro in meno nel 2018 e 700mila euro in meno nel 2019 e nel 2020.

Un bilancio che il primo inquilino di Palazzo d’Orleans, Nello Musumeci, non ha esitato a definire “ingessato e impossibile”. Musumeci promette che cercherà di fare il possibile per trovare una soluzione quanto più condivisa ai tagli. Ma avverte anche: “si sappia che la spesa pubblica non può più essere il pozzo senza fondo, ormai siamo arrivati al collasso”.

La sanità come fattore di sviluppo economico e sociale nell'intervento del vice presidente dell'Aiop Barbara Cittadini durante le Assise generali di Confindustria

Aiop, la siciliana Barbara Cittadini è stata eletta presidente nazionale

Barbara Citadini è stata eletta nuova presidente dell'Aiop, l'Associazione italiana ospedalità privata, al termine dell'assemblea nazionale di Roma. Si tratta della prima donna alla guida dell'associazione. In un breve discorso al termine dell'elezione ha promesso agli addetti ai lavori Cittadini ...
Leggi Tutto

“Orto in Arte”, eterno dialogo tra uomo e Natura

Al via “Orto In Arte”, il festival internazionale che ha come focus il rapporto tra Natura e Arte con ospiti da tutto il mondo, che si terrà dal 26 maggio al 2 giugno presso l'Orto Botanico di Palermo. Sette giorni ...
Leggi Tutto

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra all'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest