Amat, Sabrina Figuccia (Udc): “Azienda allo sbaraglio e sull’orlo del fallimento”

“Un’officina che doveva essere il fiore all’occhiello dell’Amat e che invece è una mega cattedrale nel deserto, il tram ormai malato terminale su cui l’accanimento terapeutico dimostra la schizofrenia dell’Amministrazione comunale”. Lo afferma Sabrina Figuccia, consigliere Udc del Comune di Palermo, che prosegue: “Stamattina, ho effettuato una visita ispettiva presso la sede dell’Amat di via Roccazzo, e il risultato è davvero desolante. Nel corso della visita, ho purtroppo constatato come l’officina, invece di essere uno dei punti nodali, era pressocchè deserta, considerato che molte riparazioni vengono appaltate all’esterno e pochissimi mezzi erano in lavorazione”.

“Dall’esame di costi e ricavi, ancora una volta viene fuori – aggiunge Figuccia – come il tram sia ormai diventato il killer dell’azienda: soltanto di energia elettrica, ogni mese via Roccazzo paga una bolletta di migliaia di euro, mentre i ricavi da biglietti venduti e pubblicità sembrano essere quasi inesistenti. Ecco perché l’idea di insistere ancora sulle linee tranviarie appare francamente folle“.

Il consigliere dell’Udc aggiunge anche: “Resta una nebulosa la gestione del personale, senza capo né coda, mentre spesso e volentieri cadono nel dimenticatoio le poche ma coraggiose denunce dei dipendenti vessati e costretti a subire angherie sul posto di lavoro. Ho chiesto di conoscere dettagliatamente ruoli e mansioni di tutti i dipendenti e con quali qualifiche professionali e livelli inquadramentali svolgano le proprie attività. Se vogliamo davvero salvare l’Amat – conclude Figuccia – dobbiamo uscire da una logica statalista, che chiede finanziamenti a pioggia, senza una concreta progettualità. L’Amat è una Spa con un unico socio, il Comune di Palermo, ma forse qualcuno lo ha dimenticato. È arrivato il momento di chiedersi perché non c’è mai stato nessun socio esterno e invece di rinviare responsabilità ai tagli regionali o ai cittadini incivili è il caso che ognuno guardi cosa non va in casa propria”.

La sanità come fattore di sviluppo economico e sociale nell'intervento del vice presidente dell'Aiop Barbara Cittadini durante le Assise generali di Confindustria

Aiop, la siciliana Barbara Cittadini è stata eletta presidente nazionale

Barbara Citadini è stata eletta nuova presidente dell'Aiop, l'Associazione italiana ospedalità privata, al termine dell'assemblea nazionale di Roma. Si tratta della prima donna alla guida dell'associazione. In un breve discorso al termine dell'elezione ha promesso agli addetti ai lavori Cittadini ...
Leggi Tutto

“Orto in Arte”, eterno dialogo tra uomo e Natura

Al via “Orto In Arte”, il festival internazionale che ha come focus il rapporto tra Natura e Arte con ospiti da tutto il mondo, che si terrà dal 26 maggio al 2 giugno presso l'Orto Botanico di Palermo. Sette giorni ...
Leggi Tutto

Ancra Confcommercio: Subito micro aree ecologiche in Sicilia”

Dalle carte di credito con microchip ai bambolotti parlanti con cui giocano le bambine, dalle macchinine elettriche alle semplici prolunghe che tutti abbiamo in casa o ancora il piccolo telecomando per automazione, per fare alcuni esempi: da agosto prossimo saranno considerati RAEE ...
Leggi Tutto

“Graffiti”, a Palermo workshop di fotografia con gli spagnoli Riccardo Cases e Antonio Xoubanova

Workshop di fotografia a Palazzo Sambuca, a Palermo, con i fotografi spagnoli, di fama internazionale, Riccardo Cases e Antonio Xoubanova. L'evento, dal nome "Graffiti", rientra all'interno della rassegna Outer Circle, che si svolgerà per tutto il periodo della Biennale negli spazi di ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest