Terremoto all’Ars, arrestato il deputato Gennuso

Ennesimo terremoto politico in piena sessione di bilancio. È stato arrestato ieri sera il deputato regionale dei Popolari e Autonomisti Giuseppe Gennuso. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri del comando provinciale di Siracusa, con l’accusa di voto di scambio durante la scorsa campagna elettorale delle regionali.

In quell’occasione Gennuso era stato eletto con 6.567 preferenze nel collegio di Siracusa. Il giorno dell’insediamento, lo scorso 15 dicembre, Gennuso era stato l’unico assente alla cerimonia di Sala d’Ercole a causa di un grave lutto subito. Un’assenza, quella del deputato, che già il primo giorno ha fatto vacillare l’allora risicata maggioranza del governatore Nello Musumeci, proprio sul voto per l’elezione del presidente dell’Ars. Adesso la maggioranza di governo subisce un altro duro colpo in piena sessione di bilancio. E il percorso verso l’approvazione della Finanziaria appare sempre più in salita.

Anche Gennuso era stato indicato nella lista degli “impresentabili” stilata dal Movimento 5 Stelle in campagna elettorale. Massimo riserbo al momento sui dettagli dell’inchiesta, ma da quanto filtra, Gennuso non sarebbe l’unico coinvolto nelle indagini degli inquirenti.