Il bilancio della Regione: ecco a chi Musumeci ha tolto i soldi

Dal servizio agrometereologico, al reparto ippomontato dei Forestali, dal conferimento di medaglie al valor civile, alla riparazione degli alloggi popolari a carico della Regione, dalla propaganda dei prodotti siciliani, all’istituto incremento ippico di Catania. Sono tagli trasversali, quelli imposti dal maxi emendamento al ddl stralcio che la giunta di governo ha presentato all’Assemblea. Un provvedimento che ha l’obiettivo di liberare risorse, sfrangiando indistintamente i budget di capitoli spesso diversissimi tra loro.

Così le comunità alloggio (ex ospedali psichiatrici) dovranno contare su un milione e 700mila euro in meno rispetto a quanto indicato nel ddl stralcio, passando così da 11,5 milioni di euro a 9,7 milioni. Anche per l’Unione italiana ciechi taglio del 15 per cento alle risorse: da circa 1,5 milioni a 1,3 milioni di euro. E ancora, dovranno tirare la cinghia i pazienti siciliani affetti da talassemia che ricevono un’indennità da parte della Regione: i fondi quest’anno saranno sfrangiati da 9,2 milioni di euro a 7,8 milioni.

Dieta dimagrante anche per il personale parchi e riserve, che dovrà fare i conti con un milione e mezzo di euro in meno in bilancio: da 10,3 milioni si passerà a 8,7 milioni. Anche le attività di sostegno al territorio per i Comuni afferenti gli aeroporti di Birgi e Comiso avranno un budget ridimensionato: da sei milioni a 5,1 milioni di euro. E ancora: in caso di calamità naturali i fondi per la prima assistenza scendono dai quasi 870mila euro a poco più di 730 mila, mentre il fondo interventi per fronteggiare gli eventi calamitosi passa da 1,2 milioni a poco più di un milione di euro.

Le risorse per il contratto di servizio delle attività di valorizzazione del patrimonio immobiliare, invece, passeranno da 2,7 milioni di euro a quasi 2,3 milioni. Anche i fondi assunzioni riservati ai figli delle vittime di mafia saranno ridimensionati da 255mila euro a 217mila, mentre le risorse riservate agli indennizzi una tantum per le vittime di mafia passeranno da 69 mila euro a 58 mila.

Tutti sfrangiati del 15 per cento. Gli stessi 15 punti percentuali in meno con cui dovranno fare i conti i teatri siciliani. Una coperta, insomma, che sembra essere irrimediabilmente troppo corta: qualunque scelta opererà il governo regionale, alla fine gli scontenti dalla Finanziaria potrebbero essere in molti.

Inquinamento, assolto l’ex assessore regionale Gianmaria Sparma

La quarta sezione del tribunale di Palermo ha assolto l'ex assessore regionale siciliano al territorio, Gianmaria Sparma, e il dirigente dell'amministrazione di Palazzo d'Orleans, Salvatore Anzà. Erano accusati di omissione di atti d'ufficio in relazione alla commissione di una serie di ...
Leggi Tutto

Ustica, presentato il ‘Progetto Jemanjá, una foto per domani’

Nell’ambito del programma della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee, è stato presentato, al Centro Accoglienza dell’Area marina protetta (AMP) Isola di Ustica, il “Progetto Jemanjá, una foto per domani” di Achille Zaoner, Renato Mancuso, Luana Jungman e Roberta Messina. Il “Progetto Jemanjá”, ...
Leggi Tutto
ong migranti archiviata indagine

Migranti, il gip di Palermo archivia l’indagine sulle Ong

Nessun legame tra le organizzazioni e i trafficanti di esseri umani libici. Il gip di Palermo, accogliendo la richiesta della Dda del capoluogo siciliano, ha archiviato l'indagine sulle Ong Golfo Azzurro e Sea Watch. Sono stati esclusi i legami tra ...
Leggi Tutto
Operazione congiunta di Polizia Municipale e Carabinieri a Palermo: sequestrati oltre 110 chili di pane in viale Campania e in zona Policlinico

Sequestrati oltre 110 chili di pane a Palermo: elevate sanzioni per 7.900 euro

Gli agenti del nucleo controllo attività commerciali su area pubblica della Polizia Municipale in un’operazione congiunta con i Carabinieri della compagnia San Lorenzo hanno sequestrato oltre 110 chili di pane in viale Campania e in zona Policlinico. In viale Campania ...
Leggi Tutto