Chiusura Auchan La Rena, domani nuovo incontro. Ugl terziario: “Tutelare tutti i lavoratori”

Si terrà domani pomeriggio un nuovo incontro tra i dirigenti aziendali siciliani di Auchan e le sigle sindacali, sulla delicata trattativa per la chiusura del punto vendita di San Giuseppe La Rena che vede coinvolti oltre 100 lavoratori. La proposta di accordo avanzata dall’azienda di ricollocare soltanto 55 dei dipendenti interessati non è stata accolta con favore dai sindacati presenti al tavolo di concertazione, come spiegano il segretario provinciale della Ugl terziario Carmelo Catalano ed il suo vice Vito Tringale. “La proposta è già un passo avanti rispetto al licenziamento collettivo paventato soltanto 10 giorni fa, ma è assolutamente insufficiente ad assicurare un futuro agli oltre 45 lavoratori che rimarranno fuori dalla ricollocazione prevista. Noi continueremo a batterci affinché nessuno resti fuori e vi sia una tutela per tutti. È quanto ribadiremo domani ai rappresentanti del colosso della grande distribuzione alimentare, così come rinnoveremo le nostre perplessità sul transito di 30 unità nei servizi di pulizia, con una sostanziale modifica delle tutele contrattuali, nonché sull’intenzione di trasferire buona parte delle risorse fuori dalla Sicilia. Come Ugl continueremo ad insistere affinché venga ampliata la platea dei dipendenti da ricollocare, ma siamo già pronti a chiedere un intervento autorevole della Prefettura con la creazione di un indispensabile bacino di “diritto di prelazione” al fine di garantire a chi eventualmente rimarrà fuori di trovare posto in altre realtà commerciali locali, che accetteranno di condividere quest’importante strumento di politica attiva del lavoro. Per quanto riguarda i 15 posti disponibili nella catena Simply e i 10 del negozio Auchan di “Porte di Catania, come anticipato dall’azienda, chiediamo la preventiva approvazione di criteri ben definiti per evitare che vi possano essere discriminazioni nei passaggi che saranno effettuati.

Ci auguriamo, infine, che venga accolta la nostra proposta su un aumento delle risorse riservate per l’incentivo all’esodo dei lavoratori part-time e che quanto stabilito a seguito del tavolo tecnico con il sindaco di Catania, sul coinvolgimento delle aziende del comparto locali, sia presto realtà utile a garantire il mantenimento dei livelli occupazionali in città”.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto