Vucciria, Uwe e Costanza vanno via. Il video della distruzione della Stanza di compensazione

Oggi è il giorno in cui lo sgombero dal terzo piano di Palazzo Mazzarino di Uwe Jaentsch e Costanza Lanza di Scalea è diventato esecutivo. L’artista austriaco, che oggi ha distrutto la sua opera più costosa, la Stanza di compensazione, dipinta al terzo piano dell’edificio alla Vucciria, e la sua compagna, Costanza Lanza di Scalea, hanno deciso di lasciare la loro abitazione, ma non hanno smesso di gridare le loro ragioni: “Non ha senso rimanere qui – spiega Uwe – non voglio più compromessi, dipingerò tutto di nero, volevo coprire le rose col cemento, ma sarebbe stato troppo pesante da reggere per l’edificio, e poi non voglio portare io qui il cemento dell’abusivismo devo andare avanti”.