La Cisl-Fp a Musumeci: “Troppa carne al fuoco, rischio approssimazione”

Troppa carne al fuoco. Non si possono trattare i problemi di questa regione con approssimazione”. La Cisl Fp Sicilia lancia un appello al presidente della Regione Nello Musumeci: “Noi siamo pronti a sederci e a discutere per definire una strategia per una pubblica amministrazione che in Sicilia pensi anche al domani”.

Deroga al blocco delle assunzioni, rinnovo del contratto dei regionali, stabilizzazione dei precari, gestione dell’Irsap e delle partecipate, ex province, sanità, riorganizzazione dei Beni culturali. “Stiamo leggendo troppo sui giornali e troppo poco siamo stati coinvolti. Bisogna lasciar perdere la propaganda e riattivare piuttosto le sedi del confronto, i tavoli di confronto con i sindacati. La macchina amministrativa della Regione fa acqua da tutte le parti – denuncia Paolo Montera, segretario generale della Cisl Fp Sicilia – e non bastano gli emendamenti in Finanziaria per risolvere i problemi. Se non si agirà in tempi brevi, la macchina burocratica non  potrà che continuare a funzionare male o fermarsi, con grave danno per i cittadini”.
“Abbiamo apprezzato spesso la disponibilità al confronto di alcuni assessori regionali e del presidente Musumeci. Ci aspettiamo quindi – conclude  Montera – di essere convocati al più presto in tutte le sedi opportune  per mettere sul tappeto tutte le emergenze e trovare insieme le migliori risposte possibili”