Poste Italiane, la Cisl: “Risposta definitiva subito sui buoni pasto”

Continua lo scontro tra Cisl e Poste italiane sui 10.000 lavoratori dell’azienda in Sicilia che non riescono più fruire dei buoni pasto ticket restaurant previsti dal contratto.

“Ancora troppi disagi e grandi difficoltà per i lavoratori di poste in Sicilia”, dichiarano in una nota il Segretario Territoriale Slp Cisl di Messina Filippo Arena e il Segretario Regionale Giuseppe Lanzafame. “Da mesi evidenziamo il problema che non trova ancora soluzione. La delicatissima “gestione” dei ticket in possesso dei lavoratori ma inesigibili di fatto. Un continuo via vai nelle provincie con la speranza che quell’esercente o un altro possa acquisire i buoni pasto, ma senza risultati definitivi. Costi che si aggravano per le tasche dei lavoratori che girano invano nei territori alla ricerca di trovare finalmente chi è disponibile ad accettare tali buoni pasto che ricordiamo essere denaro per i dipendenti e le proprie famiglie.

Eppure “avevano” assicurato che entro il mese di marzo tutto sarebbe stato risolto e normalizzato. Purtroppo denunciamo che non ci sono riscontri e che i lavoratori non trovano modo di usufruire quasi più in alcun modo del loro sacrosanto diritto di utilizzo. E il limite è colmo anche perché l’umiliazione di dover continuamente chiedere quasi che fosse una “regalia” o una “mancia” fa dimenticare ad altre parti che invece si tratta di un diritto sancito per legge e dal nostro contratto di lavoro!

Chiediamo di conoscere “realmente” quando si risolverà questa vergognosa situazione senza ulteriore perdita di tempo e di rimpalli di responsabilità che non ci interessano. Rivendichiamo e vogliamo, dopo più di 6 mesi di lotte, il diritto alla spendibilità del dovuto. Nulla di più. Stanchi e offesi ci auguriamo di chiudere, al più presto, questa pagina mortificante per i lavoratori di Poste Italiane. Sollecitiamo ancora una volta una seria e ufficiale risposta definitiva ma da subito!

Anche a Messina e tutto il territorio provinciale il cartello affisso all’entrata di quasi tutti gli esercizi commerciali convenzionati dichiara che “non si accettano più i buoni pasto” rendendo paradossale la situazione”.

Morti Bianche in Sicilia, Alessandro Aricò: "Verificheremo ipotesi prepensionamento per i lavoratori a lungo esposti all'amianto"

Morti Bianche in Sicilia, Aricò: “Verificheremo ipotesi prepensionamento per chi esposto all’amianto”

"L'appello lanciato dall'Osservatorio nazionale Amianto merita una risposta immediata delle istituzioni politiche e pertanto avrà il massimo sostegno da parte nostra: verificheremo la possibilità di portare al Consiglio dei ministri un atto di indirizzo che preveda il prepensionamento dei lavoratori ...
Leggi Tutto
La via dei Librai, presentata la terza edizione a Palermo: 60 stand, 3 isole letterarie e 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto

La via dei Librai, presentata la terza edizione: 60 stand e 3 isole letterarie

Terza edizione, 60 stand, 3 isole letterarie (Leonardo Sciascia: piazza Bologni, Vincenzo Consolo: piano della Cattedrale, Salvatore Quasimodo: via Collegio di Giusino), 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto, 1 km di passione, di ...
Leggi Tutto
Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura

Lomonte: “Non c’è alcuna crisi idrica, agricoltori colpiti per mancanze di idee della Regione”

Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura: "Non c’è alcuna crisi idrica, e gli agricoltori non possono essere colpiti per la mancanza di idee ...
Leggi Tutto
Amianto killer in Sicilia, Filippo Virzì portavoce dell'Ugl Sicilia: "Determinante l'operato dell'Ona. Politica troppo timida sull'argomento"

Amianto, Filippo Virzì (Ugl): “Determinante l’operato dell’Ona”

"I dati snocciolati da Ezio Bonanni, presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto (Ona), in occasione del convegno di stamani sono a dir poco agghiaccianti, 600 decessi per patologie legate all’amianto nel 2017, dice tutto, è un dato che deve farci riflettere profondamente". Così ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest