Pagliaro (Cgil) e Mannino (Flai) a Musumeci: “Un governo senza maggioranza ha il dovere di confrontarsi sulle riforme”

Alfio Mannino, segretario della Flai Cgil

“Al Presidente Musumeci vogliamo dire che il tempo inesorabilmente continua a scorrere e non è affatto neutro, lo sanno bene il 41,8% dei siciliani a rischio povertà, lo sanno bene anche le ragazze e i ragazzi con un’età compresa tra 15-24 anni,un 1/3 dei quali è Neet ”. In una nota congiunta replicano così Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia e Alfio Mannino, segretario della Flai, alle affermazioni del Presidente della Regione, Nello Musumeci davanti alla platea degli industriali, nei giorni scorsi, a Catania, riportate da un quotidiano locale.

“La lentezza o la prudenza, come la definisce il presidente Musumeci – aggiungono i due sindacalisti – sono due facce della stessa medaglia, sono la storia che si ripete e del peggio che diventa sempre peggio. La lentezza del governo Musumeci è come quella proverbiale dei nostri treni: quelli veloci restano ancora un sogno che, governo dopo governo, s’infrange nell’infinita attesa del cambiamento.”

Sulle riforme Pagliaro e Mannino sottolineano che “sono fondamentali, non a caso siamo stati i primi a rivendicarle raccogliendo ogni volta senza esitazione la sfida. Esse però – rilevano – non possono essere intese come demolizioni seguite da nessuna ricostruzione, sarebbe troppo facile. Inoltre un governo senza maggioranza avrebbe il dovere di condividerle e di costruirle favorendo il confronto con le parti sociali e il Parlamento e non ci pare che tutto ciò stia accadendo”.

E a Musumeci che dice che “non si farà piegare”, Pagliaro e Mannino replicano dicendo che “non si possono spezzare nemmeno le lavoratrici e i lavoratori più deboli”. “Lo pseudo piano stralcio dei rifiuti da una parte e la cancellazione dell’Esa, i tagli alle risorse dei forestali, la vertenza dei consorzi di bonifica dall’altra – osservano i due esponenti della Cgil – sono lo specchio di un’azione politica debolissima con i poteri forti e fortissima con i deboli: la Sicilia così non diventerà mai bellissima”.

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu riscuotendo ampi e rilevanti consensi da parte dei lavoratori

Cisl Fp primo sindacato alle Rsu di Palermo e Trapani

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu svoltesi il 17, 18 e 19 aprile 2018. Mentre sono ancora in corso le operazioni di scrutinio, dai primi risultati emersi, la federazione della Cisl che ...
Leggi Tutto

Rock10elode, torna il contest musicale dedicato alla band in erba

Se c’è un contest musicale che dal 2006 ad oggi ha aiutato a valorizzare i giovani artisti in erba provenienti dai licei siciliani, quel contest è Rock10elode. Dopo la pausa dello scorso anno, servita però a dare vita al progetto-costola ...
Leggi Tutto

Anm e Miur insieme per la Notte bianca della legalità

Promuovere una cultura dei diritti, educare i più giovani a un ruolo attivo nella vita civile e democratica, trasmettere i valori della giustizia: sono gli obiettivi della “Notte bianca della legalità”, iniziativa promossa e realizzata dall'Associazione Nazionale Magistrati e dal ...
Leggi Tutto
Bagheria, un immobile confiscato alla mafia destinato alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria e alla segreteria tecnica del progetto Contratto di Fiume

Bagheria, bene confiscato alla mafia nuova sede della Casa del Volontariato e della segreteria di Contratto di Fiume

Con la deliberazione n.84 del 18 aprile la Giunta municipale di Bagheria ha approvato un atto di indirizzo con il quale ha destinato l’immobile, confiscato alla mafia, di via Cherubini 10 alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest