Pagliaro (Cgil) e Mannino (Flai) a Musumeci: “Un governo senza maggioranza ha il dovere di confrontarsi sulle riforme”

Alfio Mannino, segretario della Flai Cgil

“Al Presidente Musumeci vogliamo dire che il tempo inesorabilmente continua a scorrere e non è affatto neutro, lo sanno bene il 41,8% dei siciliani a rischio povertà, lo sanno bene anche le ragazze e i ragazzi con un’età compresa tra 15-24 anni,un 1/3 dei quali è Neet ”. In una nota congiunta replicano così Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia e Alfio Mannino, segretario della Flai, alle affermazioni del Presidente della Regione, Nello Musumeci davanti alla platea degli industriali, nei giorni scorsi, a Catania, riportate da un quotidiano locale.

“La lentezza o la prudenza, come la definisce il presidente Musumeci – aggiungono i due sindacalisti – sono due facce della stessa medaglia, sono la storia che si ripete e del peggio che diventa sempre peggio. La lentezza del governo Musumeci è come quella proverbiale dei nostri treni: quelli veloci restano ancora un sogno che, governo dopo governo, s’infrange nell’infinita attesa del cambiamento.”

Sulle riforme Pagliaro e Mannino sottolineano che “sono fondamentali, non a caso siamo stati i primi a rivendicarle raccogliendo ogni volta senza esitazione la sfida. Esse però – rilevano – non possono essere intese come demolizioni seguite da nessuna ricostruzione, sarebbe troppo facile. Inoltre un governo senza maggioranza avrebbe il dovere di condividerle e di costruirle favorendo il confronto con le parti sociali e il Parlamento e non ci pare che tutto ciò stia accadendo”.

E a Musumeci che dice che “non si farà piegare”, Pagliaro e Mannino replicano dicendo che “non si possono spezzare nemmeno le lavoratrici e i lavoratori più deboli”. “Lo pseudo piano stralcio dei rifiuti da una parte e la cancellazione dell’Esa, i tagli alle risorse dei forestali, la vertenza dei consorzi di bonifica dall’altra – osservano i due esponenti della Cgil – sono lo specchio di un’azione politica debolissima con i poteri forti e fortissima con i deboli: la Sicilia così non diventerà mai bellissima”.

Giusi Diana

Public lecture con Giusi Diana: “Sesso, Denaro e Body Building. Atelier Biagetti tra arte e design”, anteprima di I-design ai Cantieri culturali

Evento dedicato ad Atelier Biagetti, il duo milanese formato dall'artista Laura Baldassari e dal designer Alberto Biagetti. "Sesso, Denaro e Body Building. Atelier Biagetti tra arte e design" è il titolo della public lecture con Giusi Diana, critica e storica ...
Leggi Tutto
Minchia, installazione luminosa

L’arte della “minchia” in Manifesta non convince tutti. Chiesto al sindaco Orlando chi paga, quanto costa e in che modo venga promossa l’immagine di Palermo

Sabrina Figuccia: “Manifesta” sdogana la minc…”. Ma quanto pagano i palermitani per queste follie artistiche?  Arte o, al limite, semplice goliardia? Figuccia non ci sta e chiede conto e ragione a Leoluca Orlando, per avere associato la parola minchia a ...
Leggi Tutto
"Alla deriva", di Duccio Facchini

“Alla deriva. I migranti, le rotte del Mar Mediterraneo, le Ong”. Camera dei Deputati, presentazione del libro di Duccio Facchini

Mercoledì 19 settembre 2018 alle ore 16 presso la sala conferenza stampa della Camera dei Deputati, presentazione del libro "Alla deriva. I migranti, le rotte del Mar Mediterraneo, le Ong: il naufragio della politica, che nega i diritti per fabbricare ...
Leggi Tutto
Viviana&Serena, "Volevo un gatto nero"

Volevo un gatto nero, ovvero i patti si rispettano…

Può una canzone dello Zecchino d'Oro trasformarsi in una operetta bonsai? Può l'accorato appello di una bambina a rispettare i patti diventare un'operina alla Roberto De Simone? La storia dei nostri giorni ha per protagoniste Viviana&Serena, duo intrigante che interpreta ...
Leggi Tutto