Amat, allarme di Ferrandelli: “A rischio fallimento, bloccare le nuove linee del tram”

Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale di opposizione a Palermo, lancia l’allarme: “Anche l’Amat è a rischio fallimento. Per questo chiedo che vengano bloccate tutte le procedure per la realizzazione delle nuove linee di tram e si opti per l’acquisto di nuovi autobus ecologici per collegare le periferie”. 

Ferrandelli oggi ha inviato nota ufficiale al sindaco Orlando per chiedere il blocco delle procedure di progettazione e delle gare d’appalto. “Come possiamo anche solo pensare di realizzare le nuove linee di tram se Amat certifica una perdita strutturale di 10 milioni di euro annui, dopo l’entrata in esercizio delle linee attuali? Non esiste inoltre un piano propedeutico dei desideri di mobilità dei cittadini  – precisa Ferrandelli – per cui le nuove tratte sono linee tirate a casaccio sulla città che, oggi, non può permettersi altra improvvisazione e nuovi cantieri decennali, senza risolvere il vero nodo della mobilità”.

“Per collegare innanzitutto le periferie, a cui sono state tagliate troppe linee – spiega il consigliere – la mia proposta è quella di acquistare 200 autobus ecologici, da immettere subito su strada, con la stessa cadenza del 101 in centro. La mia proposta si basa sull’analisi dei conti: una volta realizzata l’infrastruttura, l’azienda non potrebbe sostenerne i costi di gestione o ancora peggio potrebbe non esistere più, a causa dei conti attuali. Infatti ai 10 milioni di perdita strutturale si aggiungono crediti da parte di Comune e Regione che Amat non riesce ad esigere e che, con nota protollata 213 del 10/04/2018 a firma Gentile, apprendiamo l’azienda non intende stralciare come chiesto dal Comune. Quindi altre decine di milioni  di perdite possibili sono  all’Orizzonte”.

“Dobbiamo rivedere il Patto per Palermo e rimodulare gli investimenti per renderli più aderenti alle reali necessità dei palermitani e alle attuali disponibilità economiche di comune e controllate. Dopo aver buttato giù Rap, questa amministrazione sta lavorando per portare al fallimento anche le altre aziende pubbliche. Amat è a rischio tracollo e non nego la mia preoccupazione per il destino della Reset. Il mio obiettivo è quello di salvare le aziende, mantenerle in mano pubblica, offrire servizi ai cittadini e creare posti di lavoro. I piani del sindaco, invece, – si chiede Ferrandelli – quali sono?”.


Widget not in any sidebars