Elettrodi impiantati nel cervello riattivano il tatto in uomo paralizzato

Il California Institute of Techology ha messo a punto una tecnica con la quale, attraverso degli elettrodi impiantati nel cervello, un uomo paralizzato ha potuto riacquistare la sensazione del tatto. In futuro, questa tecnica potrebbe consentire ai pazienti di recuperare questo senso anche attraverso arti robotici.

Gli elettrodi, introdotti chirurgicamente nella zona encefalica somatosensoriale che governa le sensazioni corporee, trasmettono al cervello impulsi che, a secondo dell’intensità, potenza e localizzazione, si trasformano in sensazioni, simili a quelle naturali, come tatto, pressione, vibrazione e altro.