A Sambuca di Sicilia al via il progetto “Case a 1 euro”

“Case a 1 euro”. Non sogno, ma realtà. È l’iniziativa lanciata dall’amministrazione comunale di Sambuca di Sicilia, che nel 2016 ha vinto il titolo di borgo più bello d’Italia, per incentivare il turismo, recuperare il patrimonio urbanistico e architettonico e contrastare lo spopolamento dei centri storici. Il progetto è stato presentato oggi, 11 aprile, dal sindaco di Sambuca Leo Ciaccio, il vicesindaco Giuseppe Cacioppo e l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo

Sono diciassette gli immobili acquisiti al patrimonio comunale, che verranno alienati attraverso un’asta pubblica. Per partecipare al bando c’è tempo fino al 2 maggio: prevista una base d’asta da 1 euro, una cauzione da 500 euro a garanzia della ristrutturazione e l’impegno a completare i lavori entro tre anni.

“Promozione, incremento incoming turistico, ripartenza di un’economia stagnante, evitare lo spopolamento dei borghi sono gli obiettivi del progetto”, ha spiegato l’assessore Pappalardo che ha anche precisato: “Non stiamo regalando o svendendo le case, l’obiettivo è incrementare il turismo. Ci sono borghi del Nord che pur essendosi piazzati agli ultimi posti della classifica nazionale vantano risultati turistici migliori dei nostri, stiamo investendo per dare la giusta promozione al nostro territorio”.

Tante già le richieste giunte al Comune: “Nel nostro borgo – ha dichiarato il primo cittadino di Sambuca, Leo Ciaccio – hanno già acquistato casa diversi italiani e stranieri, tra cui francesi, svizzeri, lituani, tedeschi, inglesi e ungheresi, attratti dalle bellezze del luogo e dalla qualità della vita. Il nostro è un territorio dove la bellezza e la cultura sono alimento quotidiano”.