Rap, Ferrandelli a muso duro contro Orlando: “E se malagestione servisse ad aprire ai privati?”

Durissima replica di Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale d’opposizione a Palermo, contro il sindaco Leoluca Orlando sulla Rap, dopo l’attacco di Marino al leader dei Coraggiosi: “E se fosse l’amministrazione, mantenendo la paralisi Rap a provocare il fallimento per aprire ai privati? – dice  – Io lavoro per salvare l’azienda Pubblica,che con la differenziata cambi marcia e crei servizi, qualità della vita e lavoro”.

Replica così Ferrandelli: “Va registrato il nervosismo, evidente nelle ultime note stampa, dell’amministrazione che non sapendo risolvere il problema, come sempre, preferisce adottare la formula (ormai abusata) di dare la colpa sempre agli altri gettando ombre e sospetti. Io non credo che i palermitani credano più a questo schema ed hanno individuato i veri responsabili della cattiva gestione dei rifiuti . Il sindaco è la prima autorità sanitaria locale ed è il responsabile dell’igiene pubblica, nonché colui che nomina i vertici delle aziende e ne controlla i bilanci. Seguendo il suo schema potremmo noi arrivare alle sue stesse conclusioni, ma a parti rovesciate: da settembre lascio l’azienda senza consiglio di amministrazione e quindi senza guida; Non si approvano così i bilanci 2016-2017 e 2018 ed il piano industriale diventa inadeguato. Nel contempo lascio il Tmb fuori dal contratto di servizio con il comune e gravando di fatto sui bilanci di Rap; Tolgo, tramite l’ultima delibera di variazione Tari (29 marzo 2018), il riconoscimento di 6 mln necessari a Rap; Trasferisco le unità lavorative che si occupano di manutenzione strade ad altri servizi, rendendo di fatto non produttivo il servizio che invece riconosce premialità economica all’azienda; Avvio la Pap 2 che a regime, per raggiungere 120.000 abitanti, necessiterà di 12 mln , portando così il bilancio 2018 di Rap (che ha capitale sociale pari a 14 mln) ad un verosimile -13, – 15 mln di euro: Default!”

“Ed allora sì che l’amministrazione potrebbe “essere costretta” dopo aver raccontato la favola dei servizi pubblici (come nei fatti è smentita ad esempio dalla recentissima vicenda dell’ imbottigliamento Amap) ad aprire ai privati. Diversi privati ,infatti, già lavorano in discarica e con Rap e, secondo quanto riportato dalla trasmissione Report, non sempre con bando pubblico. Su questo il mese scorso ho presentato apposita interrogazione di cui attendo risposta”.

Trovo in più vomitevole ed appartenente forse ai propri costumi, quanto dichiarato sul mio conto dall’amministrazione – dice ancora Ferrandelli – La mia posizione infatti è sempre stata molto chiara e riportata fedelmente ed ufficialmente a verbale durante le sedute di consiglio comunale e diramate anche sui social, con un video della diretta dei lavori di consiglio, sulla mia pagina ufficiale. La posizione è quindi nota: salvaguardare la gestione pubblica di Rap, senza far perdere soldi ai cittadini che pagano i servizi e che di fatto sono proprietari dell’azienda ed anche ai suoi creditori; rilanciare l’azienda con la differenziata spinta impiegando il personale già in carico presso la SRR e determinando così negli anni guadagni ed un progressivo abbassamento delle tasse”.

“Quando, nei miei interventi – precisa – mi dichiaro pronto a mettere a disposizione della città il nostro patrimonio di ‘conoscenze‘ faccio chiaro ed esplicito riferimento a quelle metodologiche, tecniche e gestionali di cui Rap ha bisogno per diventare un’azienda moderna ed efficiente e non certo a soggetti oscuri interessati alla gestione. Ma si sa: il lupo di mala coscienza, come opera pensa”.

“Su queste vergognose dichiarazioni sono pronto ad andare oltre alla sana dialettica politica (che è l’unico campo che conosco e mi appartiene) ed andare nelle aule di tribunale alle quali non mi sono mai sottratto ed in cui sono certo di poter fare sempre valere le mie ragioni. Io non mi piego – conclude Ferrandelli – smaschererò fino all’ultimo i tentativi di mistificazione e deresponsabilizzazione e farò sentire dentro le istituzioni, con voce ancora più alta, le ragioni dei palermitani onesti e perbene che pagano le tasse e reclamano servizi”.

Noi siamo immortali, libro di Giovanni Cupidi

“Noi siamo immortali”. Ficarra e Picone presentano ai Cantieri Culturali di Palermo il libro di Giovanni Cupidi, prefazione di Jovanotti

“Ognuno ha la propria storia, che è unica, e questo è il bello. Non racconto la mia perché è più speciale di quella degli altri ma proprio perché è diversa. Adoro il concetto di diversità, che include l'unicità di ognuno ...
Leggi Tutto
Modigliani Experience

Modigliani Experience, Les Femmes: l’universo femminile di Amedeo Modigliani dal 3 novembre a Palermo, Palazzo Bonocore

Le donne di Modigliani da Taormina a Palermo. Dopo l’esposizione a Palazzo Corvaja in programma fino al prossimo 21 ottobre la mostra “Modigliani Experience, Les Femmes”, ideata dall’Istituto Amedeo Modigliani, in preparazione delle celebrazioni del centenario della morte del grande ...
Leggi Tutto
Premio Renzino Barbera

Al Teatro Politeama il “Premio Renzino Barbera – La Sicilia del Fare per la Cultura”

Una serata-omaggio, dedicata al grande poeta e umorista Renzino Barbera, per valorizzare le eccellenze e i talenti siciliani che si sono distinti nella propria terra Lo spettacolo si svolgerà il prossimo sabato 6 ottobre, alle ore 21.30 al Teatro Politeama, ...
Leggi Tutto
Giusi Diana

Public lecture con Giusi Diana: “Sesso, Denaro e Body Building. Atelier Biagetti tra arte e design”, anteprima di I-design ai Cantieri culturali

Evento dedicato ad Atelier Biagetti, il duo milanese formato dall'artista Laura Baldassari e dal designer Alberto Biagetti. "Sesso, Denaro e Body Building. Atelier Biagetti tra arte e design" è il titolo della public lecture con Giusi Diana, critica e storica ...
Leggi Tutto