Nuove linee tram di Palermo, M5S: “Li Castri si dimetta dalla commissione giudicatrice”

La chiamano senza mezzi termini la “storia di un tram senza capo né coda” e lanciano bordate contro l’amministrazione comunale. A un mese dalla data in cui si conoscerà chi progetterà le nuove linee tranviarie di Palermo, i consiglieri del Movimento 5 Stelle a Palazzo delle Aquile, Ugo Forello e Giulia Argiroffi, criticano a testa bassa il Comune di Palermo: “Abbiamo sempre espresso grande perplessità sulla realizzazione delle linee tram in via Libertà; per questo abbiamo più volte invocato il ricorso a procedure trasparenti che prevedessero anche il ricorso a ‘vere ed appropriate’ consultazioni popolari e la redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) senza il quale risulta insensato l’intero concorso – dicono i due pentastellati – Inoltre esprimiamo dubbi sulla composizione della giuria che ha dovuto valutare i progetti presentati, che a causa delle rinunce e ritiri si è privata di specifiche competenze urbanistiche. Ci riferiamo, per esempio, al caso del Professor Cucinella, noto esperto di sostenibilità in architettura”.

Una composizione, quella della  commissione, che proprio non piace ai Cinquestelle: “Riteniamo del tutto inopportuno che a presiedere tale commissione, che deciderà le sorti della mobilità strade centrali e storiche di Palermo – dicono Forello e Argiroffi -, sia un funzionario che è stato condannato, seppur in primo grado, per gravi reati per i quali lo stesso Comune di Palermo ha chiesto e ottenuto un risarcimento di diverse centinaia di migliaia di euro. Per questo – tuonano – chiediamo le dimissioni del presidente o la sua immediata sostituzione”.

Infine Forello e Argiroffi esprimono forti perplessità sull’Amat: “È certo paradossale parlare di nuove linee di tram in città quando chi li dovrebbe gestire, l’Amat, sia una società in stato di dissesto economico, che è stato aggravato proprio dalla gestione non remunerata delle attuali linee del tram. Come sempre – concludono i due consiglieri comunali – in questa città si agisce in assenza di pensiero strutturato e pianificazione”.

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu riscuotendo ampi e rilevanti consensi da parte dei lavoratori

Cisl Fp primo sindacato alle Rsu di Palermo e Trapani

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu svoltesi il 17, 18 e 19 aprile 2018. Mentre sono ancora in corso le operazioni di scrutinio, dai primi risultati emersi, la federazione della Cisl che ...
Leggi Tutto

Rock10elode, torna il contest musicale dedicato alla band in erba

Se c’è un contest musicale che dal 2006 ad oggi ha aiutato a valorizzare i giovani artisti in erba provenienti dai licei siciliani, quel contest è Rock10elode. Dopo la pausa dello scorso anno, servita però a dare vita al progetto-costola ...
Leggi Tutto

Anm e Miur insieme per la Notte bianca della legalità

Promuovere una cultura dei diritti, educare i più giovani a un ruolo attivo nella vita civile e democratica, trasmettere i valori della giustizia: sono gli obiettivi della “Notte bianca della legalità”, iniziativa promossa e realizzata dall'Associazione Nazionale Magistrati e dal ...
Leggi Tutto
Bagheria, un immobile confiscato alla mafia destinato alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria e alla segreteria tecnica del progetto Contratto di Fiume

Bagheria, bene confiscato alla mafia nuova sede della Casa del Volontariato e della segreteria di Contratto di Fiume

Con la deliberazione n.84 del 18 aprile la Giunta municipale di Bagheria ha approvato un atto di indirizzo con il quale ha destinato l’immobile, confiscato alla mafia, di via Cherubini 10 alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest