Mistral air condannata per aver rovinato la vacanza a una donna di Catania

Mistral Air condannata a risarcire una donna di Catania, per averle rovinato la vacanza. La vicenda risale all’estate 2016, quando oltre 200 passeggeri siciliani furono costretti, a causa della cancellazione del loro volo, a trascorrere la vigilia di Ferragosto chiusi nello scalo greco di Santorini. L’imbarco avvenne solo 14 ore dopo, ma con un volo Bulgarian Air.

All’epoca dei fatti, la turista catanese aveva acquistato un pacchetto turistico ‘tutto incluso’ offerto da un’agenzia di viaggi, comprensivo di pernottamento, trasferimenti da e per l’aeroporto, e il volo andata/ritorno Mistral Air. Adesso il giudice di pace di Acireale, con una sentenza, ha condannato la compagnia aerea e il tour operator a risarcire la donna, a causa del danno subito, per una somma di 700 euro, oltre alle spese di lite. In corso di causa – riporta travelnostop.it – c’è stato un accordo economico tra il passeggero e il tour operator, che aveva preferito una transazione economica per evitare una possibile condanna.