Palermo, voto di scambio: arrestato l’ex deputato Salvino Caputo

Alle prime ore del mattino, i Carabinieri di Palermo hanno eseguito, nel corso dell’operazione “Voto Connection”, un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Termini Imerese su proposta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di tre persone.

Arrestati Salvatore Caputo, detto Salvino, avvocato monrealese, già membro dell’Assemblea Regionale Siciliana durante la XVI Legislatura e commissario straordinario per i comuni della provincia di Palermo del movimento “Noi con Salvini” durante le elezioni amministrative della scorsa primavera; Mario Caputo, avvocato monrealese, candidato non eletto durante le ultime elezioni dell’ARS nelle liste del movimento “Noi con Salvini”Benito Vercio, 62enne, “procacciatore di voti” termitano.

La misura cautelare è stata applicata agli indagati per il reato di “attentato contro i diritti politici del cittadino” per avere influenzato, con l’inganno, gli elettori nell’esercizio del loro diritto politico. In particolare, tramite un articolato disegno criminoso, avrebbero fatto in modo che, a fronte della candidatura all’Ars di Mario Caputo, il corpo elettorale fosse orientato a pensare che il proprio voto servisse invece a sostenere quella di Salvatore Caputo. Quest’ultimo, infatti, era incandidabile ai sensi della legge Severino e secondo quanto stabilito dal codice di autoregolamentazione dei partiti, deliberato dalla Commissione parlamentare antimafia.

A tal fine, quindi, avrebbero attivato, durante la campagna elettorale, una serie di meccanismi volti a trarre in inganno l’elettorato. In particolare, sia i manifesti elettorali che i volantini distribuiti riportavano solo il cognome del candidato “Caputo” (omettendo qualsiasi foto) e, nella lista, Mario Caputo aveva fatto aggiungere al proprio nome il falso appellativo “detto Salvino”, con il quale era invece conosciuto l’incandidabile fratello Salvatore.

Inoltre, in numerosi comuni della provincia di Palermo Salvatore Caputo si sarebbe presentato al corpo elettorale come se fosse lui (e non il, meno conosciuto, fratello Mario) il reale candidato. Pertanto gli elettori, lo scorso 5 novembre, si sarebbero recati alle urne convinti di avere espresso la propria preferenza per Salvatore Caputo.

Nel corso delle indagini, la Procura della Repubblica avrebbe, inoltre, dimostrato dodici episodi di compravendita di voti in cambio di promesse di posti di lavoro o altre utilità da parte di due degli arrestati, in concorso con altri indagati.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto