Ozpetek a Palermo per un dibattito sulla povertà e un incontro con gli studenti

Il regista Ferzan Ozpetek a Palermo, dopo oltre 10 anni di assenza dalla città, grazie a due giornate organizzate dall’associazione culturale Fiori di Acciaio, con la collaborazione dell’Università di Palermo e con il patrocino di Gesap e Comune.

Reduce dai due David di Donatello vinti qualche giorno fa con la sua ultima opera Napoli velata, il prossimo 5 aprile, presso Palazzo Steri, il noto cineasta terrà un incontro durante il quale si parlerà di inclusione sociale e ‘nuovi poveri’. E questo in un momento in cui nel nostro Paese questi problemi sono molto sentiti visto che, secondo Eurostat, un italiano su cinque è a rischio povertà. Alla serata prenderanno parte il rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, il sindaco Leoluca Orlando e il presidente di Gesap, Fabio Giambrone, come pure Don Enzo Volpe, che da anni segue con passione la comunità dei bisognosi di Santa Chiara all’Albergheria. Verrà proiettato il film di Ozpetek Cuore Sacro, vincitore di due David di Donatello nel 2005 e di un Nastro d’Argento per l’interpretazione della protagonista Barbara Bobulova.

La mattina del 6 aprile, invece, il regista incontrerà gli studenti presso la Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio Culturale dell’Università di Palermo, dove si terrà la lezione dal titolo Ferzan Ozpetek: un regista ‘a cuore aperto’. Sarà l’occasione anche per presentare la sua candidatura, da parte dell’ateneo palermitano, per la laurea honoris causa. All’evento prenderanno parte il rettore Fabrizio Micari, il sindaco Orlando, il presidente della Scuola Girolamo Cusumano e il direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia Ivan Scinardo. Modererà l’incontro la giornalista Giulia Noera.