Giardini Naxos, brutale aggressione a due panettieri: arrestati quattro giovani

Eseguita dai Carabinieri di Messina un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di quattro giovani, accusati di aver aggredito brutalmente lo scorso 17 marzo due panettieri, padre e figlio, di Giardini Naxos. La più giovane delle vittime avrebbe riportato gravissime lesioni, probabilmente permanenti.

Domiciliari per il pregiudicato 25enne Alaieddine Oueslati, di origine tunisina ma nato a Giarre, mentre per il 20enne Paolo Pirrera di Riposto, il 21 enne Daniele Crimi di Fiumefreddo di Sicilia e il 22enne Giorgio Sala di Giarre è stato disposto l’obbligo di dimora nei rispettivi comuni. Ad inchiodare i quattro sarebbero state le immagini del sistema di videosorveglianza della panetteria. Il provvedimento è stato emessa dal Gip, su richiesta della Procura della Repubblica guidata da Maurizio De Lucia, al termine di un’indagine condotta dai Carabinieri della Compagnia di Taormina e della Stazione dei Giardini di Naxos, e coordinata dal pm Federica Rende.

Stando alla ricostruzione dei fatti, l’aggressione sarebbe avvenuta a seguita di una discussione nata proprio all’interno del panificio delle due vittime. Mentre attendeva di essere servito, Oueslati si sarebbe fatto uno spinello, il giovane titolare l’avrebbe quindi ripreso. Ed è così che, dopo una prima conversazione dentro l’esercizio, il 25enne di origine tunisina avrebbe iniziato fuori, raggiunto dai complici, a picchiare il giovane, usando tra l’altro un bastone, per poi scagliarsi insieme anche contro il padre accorso ad aiutare il figlio. Il pestaggio, a cui hanno assistito una cliente e una dipendente della panetteria, sarebbe andato avanti per oltre un minuto.


Widget not in any sidebars