Area dello Stretto di Messina, BCSicilia: “Sostenere dichiarazione di patrimonio dell’umanità Unesco”

Durante l’Assemblea degli iscritti della sede di BCsicilia di Messina, associazione culturale le cui finalità sono la salvaguardia e la valorizzazione dei beni culturali ed ambientali, si è deliberato di sostenere l’iter avviato per ottenere dall’Unesco la dichiarazione di “Patrimonio dell’umanità’” per l’area dello Stretto di Messina, a ragione della sua eccezionale importanza.

Tante le realtà materiali ed immateriali che hanno concorso a delineare l’identità dell’area dello Stretto di Messina nel corso della sua plurimillenaria storia. Ecco un elenco solo esemplificativo, che ne riporta trenta: 1) Ulisse e le Sirene; 2) Scilla e Cariddi; 3) Il fenomeno della Fata Morgana; 4) Colapesce; 5) Giufà; 6) Leggende di Re Artù; 7) Il passaggio di San Paolo; 8) L’attraversamento sulle acque di San Francesco di Paola; 9) I Ferry Boat e i collegamenti tra le due sponde; 10) L’emigrazione; 11) La pesca del corallo; 12) La caccia al pesce spada; 13) La cantieristica tradizionale e i mastri d’ascia; 14) I laghi di Faro e Ganzirri; 15) I terremoti e i maremoti; 16) La microflora e la microfauna dello Stretto; 17) I Flussi migratori; 18) I due Piloni ENEL; 18) Il pellegrinaggio a Polsi e le devozioni comuni alle comunità costiere; 19) Le Vare (Messina e Palmi) e i Giganti, siciliani e calabresi; 20) Lo sbarco dei Normanni in Sicilia; 21) Gli eventi storici, dall’antichità ai giorni nostri; 22) I forti umbertini e i presidî di avvistamento costiero; 23) Le Dogane e i Porti Franchi; 24) La partenza per le Crociate; 25) La partenza per la Battaglia di Lepanto; 26) La rotta francigena; 27) La permanenza a Messina di Riccardo Cuor di Leone; 28) I fari; 29) La letteratura di viaggio e il “Bosforo d’Italia”; 30) Horcynus Orca e la metafora dello Scillecariddi.

Sono stati eletti all’unanimità nel direttivo BCSicilia locale: Sabrina Patania, Presidente del gruppo cittadino messinese, Vice Presidente Stefania Inglese, Segretaria Marialuisa Napoli, Economo Roberto D’Alia e Responsabile della comunicazione Rosario Patania. All’incontro era presente Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale di BCsicilia.
La sezione locale di BCSicilia per il 2018 prevede altre iniziative per la valorizzazione dell’area dello Stretto di Messina, che contiene gli habitat naturali più rappresentativi e più importanti per la conservazione delle biodiversità, luoghi eccezionali dal punto di vista culturale e naturale. Inoltre l’organizzazione di un ciclo di seminari dal titolo: “Una traccia di 10.000 anni”. Tre appuntamenti con studiosi e archeologi alla scoperta delle antiche culture che millenni prima dei greci popolarono la Sicilia. Sono previste presentazioni di libri, escursioni e visite guidate a siti megalitici e rupestri del messinese. Infine itinerari notturni per le vie storiche della città. Nella magia della notte attraverso racconti guidati e le rievocazioni in costume da parte di attori, far rivivere luoghi e memorie del passato cittadino. Il primo ciclo sarà dedicato agli “Ebrei a Messina”. Un popolo smembrato dalla diaspora che subì nei diversi periodi storici molteplici persecuzioni. Un viaggio inedito dentro la storia meno conosciuta della città. Info: messina@bcsicilia.it.

Dario Fidora

Direttore editoriale