Dalla parola stronzo nasce una donazione: la strana storia di una multa a Palermo

Dalla multa e l’insulto al vigile urbano al gesto di beneficenza. Protagonista della vicenda un ispettore capo della Polizia municipale di Palermo, Cosimo Conti, che alla fine di un’udienza ha deciso di devolvere il piccolo rimborso che una ragazza gli doveva, in seguito a un oltraggio nei suoi confronti, a favore dei più bisognosi. Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di ripercorrere dall’inizio l’intera storia.

“Io – racconta Conti – mi occupo del post documentale, in linea di massima dei contrassegni dei veicoli che sostano negli stalli riservati ai veicoli delle persone diversamente abili. Quel giorno, un pomeriggio del 2016, un’auto che occupava uno stallo in via Torrearsa, angolo viale Libertà, non presentava il bollino con il simbolo H e abbiamo chiesto l’intervento dell’autogrù per farlo rimuovere. Dopodiché abbiamo provveduto a fare il verbale”. Proprio in quel momento è entrata in scena la proprietaria del veicolo che ha, su indicazione dei vigili urbani, provveduto a spostare. Ma alla notizia di dover pagare ugualmente la multa, la ragazza, rivolgendosi proprio verso l’ispettore capo, è esplosa dicendo: “Ma lo sai che sei stronzo?”.

“A questo punto – continua a raccontare Conti – l’abbiamo identificata. Dopo, durante il procedimento giudiziario, la signorina ci ha chiesto scusa per il comportamento. L’avvocato ha poi raggiunto il giudice chiedendogli di calcolare un risarcimento nei miei confronti . Da lì la mia decisione, visto che la ragazza aveva perso anche il posto di lavoro, di un rimborso simbolico. E così abbiamo pattuito la cifra di 300 euro”.

Soldi che proprio ieri Cosimo Conti ha deciso di spendere a favore delle famiglie in difficoltà di cui si occupa il Centro di ascolto della Chiesa di Sant’Antonino di Palermo: “Non appena ho ricevuto il vaglia postale dalla signorina – spiega l’ispettore capo – sono andato a parlare subito con Frate Gaetano, che mi ha detto di preferire beni di prima necessità invece che i soldi. Ed è così che ho portato olio di semi, olio di oliva, legumi, biscotti, merendine, bottiglie di salsa, riso”. Un gesto di grande generosità che permetterà “di festeggiare la Pasqua anche alle persone che ne hanno più bisogno”.


Nella foto di copertina: Cosimo Conti e Frate Gaetano 

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto