Bombola del gas in un compattatore della spazzatura, tragedia sfiorata a Palermo

Poteva trasformarsi in una tragedia l’episodio avvenuto stanotte, in via Veneto, a Palermo: nel corso di un normale servizio di svuotamento dei contenitori della frazione “residuo non riciclabile” da un carrellato appartenente ad un condominio di via Veneto, durante la manovra di scarico del rifiuto è finita all’interno del compattatore della Rap una bombola del gas.

“É un episodio molto grave – spiega il presidente facente funzioni dell’azienda Sergio Vizzini – sintomatico di comportamenti incivili e di mal costume. Tale circostanza avrebbe potuto provocare gravi lesioni ai dipendenti e mettere in pericolo la pubblica incolumità, oltre a causare danni notevoli al mezzo aziendale”. L’autista ha subito avvertito il capo area dell’accaduto e della pericolosità del rifiuto e tempestivamente si è data comunicazione alla polizia municipale per i relativi accertamenti di competenza.

Condanna è stata espressa dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando che sottolinea come “i comportamenti di alcuni incivili costituiscono un gravissimo pericolo per la collettività, oltre a determinare un danno al lavoro dell’azienda. Mi auguro – conclude Orlando – che gli accertamenti disposti portino all’identificazione dei responsabili per i provvedimenti del caso“.

Qualche anno fa un operaio di quella che era ancora l’Amia fu colpito, durante le operazioni di svuotamento dei contenitori nel mezzo aziendale in via Maresciallo Caviglia, da un’aspirapolvere che era stata abbandonata tra i rifiuti normali.