Il M5S sulle dimissioni di Sgarbi: “Il centrodestra si è sfaldato”

Dopo quattro mesi se ne va il secondo assessore, a riprova che si sta sfaldando l’accozzaglia travestita da coalizione, che ha consentito a Musumeci di vincere le elezioni in Sicilia e che aveva un unico obiettivo: impedire al Movimento 5 Stelle di governare“. Questa la reazione dei deputati del gruppo parlamentare del M5S all’Ars, dopo le dimissioni dell’assessore regionale ai Beni Culturali, Vittorio Sgarbi.

Ricorderemo Sgarbi – proseguono – per l’effigie che lo ritrae seduto in una toilette, seminudo, con una boccetta di guttalax in mano. Mai un rappresentante delle istituzioni ha toccato livelli di decenza così bassi. Di sicuro non ne sentiremo la mancanza”.

Per la capogruppo Valentina Zafarana “Musumeci rischia di essere ricordato solo per le volgari boutades del suo assessore, di cui si è reso ostaggio per essere poi scaricato oggi con lo stesso disprezzo che ha riservato ai siciliani, quando li ha definiti parte improduttiva d’Italia e in attesa del reddito di cittadinanza”. Una vergogna che non avremmo mai voluto conoscere e la cui responsabilità ricade totalmente sul presidente della Regione”.