Sebastiano Tusa smentisce abolizione soprintendenze in Sicilia

Sebastiano Tusa smentisce la notizia sulla volontà di cancellare le soprintendenze dei Beni culturali in Sicilia. Nella Finanziaria che nei prossimi giorni andrà in aula all’Assemblea regionale siciliana afferma infatti che ”non è prevista alcuna cancellazione delle soprintendenze”.
Tusa, Soprintendente del Mare, dopo averne rappresentato il valore come “baluardo per la difesa del territorio e dei Beni culturali” ha definito “molto grave” pensare ad un’eventuale loro cancellazione, come risulta scritto nel testo della Finanziaria all’articolo 14 arrivato in Commissione Bilancio. Ma si tratta a quanto pare di un semplice sbaglio. Tusa parla di “errore nella compilazione degli articoli e dei commi”. “Ho parlato con i diretti interessati – spiega – e mi hanno detto che sono stati invertiti per errore i numeri degli articoli. Si riferivano ai due centri di catalogazione e di restauro che andrebbero unificati”.