Norma cancella Soprintendenze, Cracolici: “Con Musumeci Sicilia Far West”

C’è una norma controversa, per usare un eufemismo, inserita nella Finanziaria regionale che ha giù fatto esplodere la polemica e che promette di far tenere alta l’attenzione degli addetti ai lavori e dei giornalisti, un comma di una sola riga che cancella le Soprintendenze ai beni culturali della Sicilia. Il testo è inserito nell’articolo 14 della finanziaria regionale che è approdata all’Ars: “Sono abrogati gli articoli da 8 a 13 della legge regionale 1 agosto 1977 n.80”, cioè proprio le norme che hanno istituito le Soprintendenze, “organi periferici dell’Assessorato regionale dei beni culturali ed ambientali e della pubblica istruzione” e ne hanno stabilito le funzioni.

Una norma che viene bocciata dall’opposizione a Sala d’Ercole. L’esponente dem Antonello Cracolici ha attaccato il Presidente della Regione a testa bassa su Facebook: “Musumeci ha presentato una norma nella Finanziaria regionale per cancellare le Sovrintendenze ai beni culturali – si legge sul popolare social network – Altro che Diventerà Bellissima, con lui la Sicilia Diventerà un Far West“, è il commento.