Maria Falcone: “Frizzi si scusò con me per quella diretta”

“Ho conosciuto Fabrizio Frizzi personalmente e ho avuto modo di apprezzare le sue doti di grande umanità e sensibilità”. Maria Falcone smorza i toni di una polemica che brucia ancora e che torna sotto i riflettori nel giorno della morte di Fabrizio Frizzi, uno dei volti della tv più amati dagli italiani. Il 23 maggio del 1992, mentre l’Italia piangeva la morte di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro, Fabrizio Frizzi andava in diretta con la puntata conclusiva di “Scommettiamo Che…”. Una scelta, quella della Rai, che fece indignare tantissima gente. Lo stesso Frizzi ammise un anno dopo il suo pentimento. “Provai a far spostare la trasmissione, ma la produzione aveva deciso di andare avanti. Non ho avuto le palle per andarmene a casa”.

Ora la sorella del giudice ucciso nella strage di Capaci ammette il suo dolore per la scomparsa di Frizzi: “È stato per me un gran dispiacere – ammette ancora Falcone – sicuramente un perdita dolorosissima per tutti i familiari, per tutti gli spettatori che avevano apprezzato il suo modo gentile, i suoi toni sempre cortesi”.

“Quando ci incontrammo – racconta ancora – lui si scusò con me. Era stato costretto ad andare in onda e io non ho mai messo in dubbio la sua versione. Anche perché ai tempi era ancora il compagno della figlia di Dalla Chiesa, per cui davvero quella strage lo toccò da vicino…”.

Morti Bianche in Sicilia, Alessandro Aricò: "Verificheremo ipotesi prepensionamento per i lavoratori a lungo esposti all'amianto"

Morti Bianche in Sicilia, Aricò: “Verificheremo ipotesi prepensionamento per chi esposto all’amianto”

"L'appello lanciato dall'Osservatorio nazionale Amianto merita una risposta immediata delle istituzioni politiche e pertanto avrà il massimo sostegno da parte nostra: verificheremo la possibilità di portare al Consiglio dei ministri un atto di indirizzo che preveda il prepensionamento dei lavoratori ...
Leggi Tutto
La via dei Librai, presentata la terza edizione a Palermo: 60 stand, 3 isole letterarie e 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto

La via dei Librai, presentata la terza edizione: 60 stand e 3 isole letterarie

Terza edizione, 60 stand, 3 isole letterarie (Leonardo Sciascia: piazza Bologni, Vincenzo Consolo: piano della Cattedrale, Salvatore Quasimodo: via Collegio di Giusino), 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto, 1 km di passione, di ...
Leggi Tutto
Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura

Lomonte: “Non c’è alcuna crisi idrica, agricoltori colpiti per mancanze di idee della Regione”

Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura: "Non c’è alcuna crisi idrica, e gli agricoltori non possono essere colpiti per la mancanza di idee ...
Leggi Tutto
Amianto killer in Sicilia, Filippo Virzì portavoce dell'Ugl Sicilia: "Determinante l'operato dell'Ona. Politica troppo timida sull'argomento"

Amianto, Filippo Virzì (Ugl): “Determinante l’operato dell’Ona”

"I dati snocciolati da Ezio Bonanni, presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto (Ona), in occasione del convegno di stamani sono a dir poco agghiaccianti, 600 decessi per patologie legate all’amianto nel 2017, dice tutto, è un dato che deve farci riflettere profondamente". Così ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest