Infermiera aggredita a Partinico. Razza: “Non tollereremo più violenze contro il personale degli ospedali”

Era già stato visitato e gli era stata diagnosticata una sindrome influenzale, ma l’uomo, appena i sanitari si sono allontanati per dare soccorso a un codice rosso, ha dapprima insultato e poi aggredito con due calci un’infermiera. Solo l’intervento della vigilanza ha scongiurato il peggio. È successo al Pronto soccorso dell’ospedale Partinico, in provincia di Palermo.
Sull’aggressione è intervenuto l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza: “‘Non tollereremo più atti di violenza nei confronti del personale che opera nelle strutture sanitarie siciliane. Chi pensa che soprattutto i pronto soccorso della Sicilia siano zone franche dove è possibile farsi ragione da soli con metodi barbari ed incivili, sappia che troverà nella Regione Siciliana l’avversario più ostile e severo. Spetta alle forze dell’ordine fare luce su quanto accaduto a Partinico e qualora dovessero profilarsi gli estremi per un procedimento, la Regione Siciliana, anche in questo caso, si costituirà parte civile”.
“Alla professionista aggredita – conclude Razza – va la mia sincera vicinanza e il sostegno che merita”.
Lo scorso gennaio all’Ospedale dei Bambini di Palermo due infermieri sono stati aggrediti dal padre di un piccolo paziente.

Widget not in any sidebars