Taser, anche a Catania parte la sperimentazione della pistola elettrica

Anche in Italia arriva il taser, pistola elettrica che blocca i movimenti con una scossa. Via alle sperimentazioni in sei città e tra queste c’è anche la siciliana Catania. Le altre sono Brindisi, Caserta, Milano, Padova e Reggio Emilia.

Il Taser, che in Italia è considerato dalla legge un’arma propria ed è classificato tra le armi da difesa ‘meno che letali’, sarà in dotazione a polizia e carabinieri. Si tratta di uno strumento che usa l’elettricità per paralizzare i movimenti del soggetto colpito facendo contrarre i muscoli. Il suo uso è stato approvato con la circolare firmata dal capo della direzione anticrimine, il prefetto Vittorio Rizzi, lo scorso 20 marzo. Il modello di taser si chiama X2: rilascia una scarica elettrica di intensità regolare e durata controllata di cinque secondi; è fornito di un doppio puntatore laser e dà la possibilità di colpire un bersaglio fino a sette metri di distanza.