Palermo in emergenza: contro il Carpi in attacco c’è il solo La Gumina

Il Palermo dovrà essere più forte della carognata che gli ha riservato la Lega non consentendo il rinvio della partita contro il Carpi. Sono sei i giocatori di cui Tedino dovrà fare a meno per le chiamate delle nazionali maggiori e under 21. Ma se l’assenza di Posavec risulta quasi indolore essendo Pomini titolare già da diverse settimane, togliere Nestorovski, Trajkovski, Struna e Chochev dalla disponibilità del tecnico non è cosa da poco. E a questi si aggiunge anche Balogh che, in assenza dei titolari avrebbe magari avuto una chance da giocarsi.

E così una partita già difficile, perché il Carpi è squadra già di per sé ostica, diventa una vera e propria scalata dell’Everest. Formazione rimaneggiata anche per le assenze di Bellusci ed Aleesami che si aggiungono a quelle di lungo corso di Ingegneri e Morganella. E in condizione fisiche non tali da poterne ipotizzare l’impiego sin dal primo minuto c’è anche Moreo.

Tedino probabilmente recupererà Rajkovic che potrebbe essere il perno centrale della difesa a tre completata dal duo polacco; previsto il ritorno tra i titolari di Murawski in un centrocampo di sostanza a cui si aggiungerà l’estro di Coronado, destinato ad avanzare la sua posizione a supporto di La Gumina. Sulle giocate di questi ultimi, tra i più positivi a Novara, dovrà puntare il Palermo per continuare a pedinare la coppia Empoli – Frosinone senza perderne le tracce.