#Freeopenarms: manifestazioni per liberare la nave dell’ong spagnola

Sei manifestazioni, rispettivamente a Barcellona, Madrid, Palma, Alicante, Roma e Pozzallo, sono state organizzate dall’ong ProActiva per sabato 24 marzo contro il sequestro della nave ProActiva Open Arms, voluto dalla Procura di Catania che ha ipotizzato il reato di immigrazione clandestina. Lo slogan è “il salvataggio in mare non è un crimine“, accompagnato dall’hashtag #freeopenarms.

Questo il post inserito sulla pagina Facebook dell’ong:

“Le volontarie e i volontari di Proattiva open arms organizzano mobilitazioni di fronte agli uffici dell’Unione Europea in Spagna.
La nave open arms porta immobilizzazioni preventive a Pozzallo (Sicilia) da domenica 18 marzo, sotto un processo di ricerca promosso dalla Procura di Catania che considera l’organizzazione come organizzazione criminale che promuove l’immigrazione illegale

In poco più di due anni, centinaia di persone provenienti da tutti i luoghi dello stato spagnolo si sono imbarcati in missioni promosse dalla ong di salvataggio marittimo proattiva open arms. Il loro obiettivo, salvare persone che, senza la presenza delle loro imbarcazioni nelle acque del Mediterraneo, perdono una delle poche possibilità di sopravvivere una volta imbarcati su piccole imbarcazioni pneumatici o di legno.
Centinaia di volontari e volontari di open arms, persone che hanno partecipato a missioni di soccorso o in azioni di sensibilizzazione, hanno deciso di convocare mobilitazioni questo sabato 24 marzo alle 12, di fronte agli uffici dell’Unione Europea in Barcellona e Madrid e di fronte ai comuni delle città che possono essere sommati alle concentrazioni.

Il motto delle concentrazioni è: salvare le persone non è reato / sia rescue is not a crime, che hanno come obiettivo denunciare il mantenimento della nave open arms, da parte del loro equipaggio e della situazione che possono subire migliaia di persone che, in Il suo tentativo di fuggire da guerre, persecuzioni o povertà, nel tentativo di cercare una vita, potrebbe perdere la vita nelle acque del Mediterraneo.

#freeopenarms #searescueisnotacrime #UErgüenza

Sul sito www.freeopenarms.org verranno aggiornati i dati di questa campagna”.

Las voluntarias y voluntarios de Proactiva Open Arms convocan movilizaciones frente a las oficinas de la Unión Europea…

Pubblicato da Proactiva Open Arms su giovedì 22 marzo 2018

 

Arafet, cittadino italiano di origine tunisina morto ad Empoli

Arafet. Usb su morte del trentenne di origine tunisina durante un controllo di Polizia a Empoli

Arafet Arfaoui è morto d’infarto dopo essere stato fermato dalla Polizia, intervenuta in seguito all’alterco per un biglietto da 20 euro ritenuto falso con il proprietario di un money transfer, dove si era recato per inviare dei soldi alla sua ...
Leggi Tutto
Muos Niscemi

Cangemi, PCI: la lotta contro il MUOS continua

CGA dice sì al Muos. Dichiarazione di Luca Cangemi, segreteria nazionale del Partito Comunista Italiano La sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che conferma l’autorizzazione a installare nel territorio di Niscemi la macchina di guerra e devastazione ambientale chiamata MUOS, non ...
Leggi Tutto
Parlami di musica...e non andare via, di Valentina Frinchi

Nuova edizione del libro “Parlami di musica…e non andare via”, dal Rock progressive al Jazz di Valentina Frinchi

È palermitana, classe '71, Valentina Frinchi, la "Signora degli eventi" che nel 2016 ha pubblicato il suo primo lavoro come scrittrice con la passione per la musica nel Dna. "Parlami di musica... e non andare via" - dal Rock progressive ...
Leggi Tutto
Fabio Citrano suca a Salvini

Fabio Citrano e il suca a Matteo Salvini, il fascicolo al consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti

Caso Citrano-Salvini al consiglio di disciplina, l'Odg Sicilia: maggiore continenza sui social Il Consiglio dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, riunito oggi a Palermo, ha deliberato l'invio al Consiglio di disciplina territoriale del fascicolo relativo al caso del collega Fabio Citrano ...
Leggi Tutto