Ex Pip, stop alla protesta. Convocati a Palazzo d’Orleans, ma Musumeci e Ippolito disertano

Il primo round si chiude con un sostanziale pareggio. Stop allo sciopero dei Pip, che da due giorni paralizzano il traffico tutto attorno a piazza Indipendenza. Hanno incrociato le braccia per due giorni, rivendicando diritti e chiedendo al governo di essere stabilizzati. Il terzo giorno di sciopero, annunciato per domani, invece, non ci sarà.

I rappresentanti delle sigle sindacali (ma non i lavoratori) sono infatti stati convocati questa mattina a Palazzo d’Orleans per discutere la vertenza. Assenti, però, nella Sala Blu del Palazzo, sia il presidente della Regione, Nello Musumeci, che l’assessore regionale alla Famiglia, Mariella Ippolito.

Così i sindacati hanno chiesto che il tavolo venga riconvocato nel corso di questa sessione di bilancio, ma che questa volta siano presenti sia Musumeci, che Ippolito. Intanto domani i Pip torneranno nei loro posti de lavoro. Se entro i primi giorni della prossima settimana la Regione non convocherà un nuovo tavolo tecnico, però, sarà di nuovo battaglia. Le organizzazioni sindacali, infatti, sono pronte a mobilitare l’intero bacino per una manifestazione il prossimo mercoledì, da viale Praga, fino a piazza Indipendenza.