I Cinquestelle contro il commissario di Licata: “Brandara ha ancora i requisiti?”

Un’interpellanza urgente per chiedere a Musumeci una verifica su Maria Grazia Brandara. Il gruppo parlamentare pentastellato chiede al presidente della Regione Nello Musumeci di verificare se l’attuale commissario straordinario del comune di Licata (Ag) Maria Grazia Brandara possegga i requisiti per ricoprire l’incarico affidatole nella precedente legislatura dal governo Crocetta, fino alla data delle amministrative, che in Sicilia dovrebbero tenersi a giugno prossimo.

L’accusa dei Cinquestelle è chiara: Brandara, già a capo della segreteria di Mariella Lo Bello, venne nominata commissario proprio in virtù della collaborazione con l’ex assessore, che la rendeva dipendente della Regione. Ma chiusa la legislatura, naturalmente sono venuti meno anche gli incarichi fiduciari negli uffici di diretta collaborazione degli assessori.

Così ecco che i Cinquestelle chiedono adesso al primo inquilino di Palazzo d’Orleans di verificare “se sussistano i requisiti per la permanenza della carica di commissario, dal momento che a novembre è stato eletto un nuovo governo”.

“Siamo preoccupati – concludono i deputati – per la situazione igienico-sanitaria emergenziale legata allo smaltimento dei rifiuti a Licata e per il sistema di riscossioni dei tributi che non riesce a partire. Quest’ultimo aspetto potrebbe incidere severamente sullo stato economico finanziario dell’ente portandolo al default“.