Catania, piantagione con 39 arbusti di cannabis in casa: in manette un 24enne

Una piccola piantagione con 39 arbusti di cannabis all’interno di un immobile in costruzione. È quanto realizzato accanto alla sua casa da un 24enne, Alfredo Giganti, arrestato dalla Squadra mobile di Catania con l’accusa di coltivazione e produzione di sostanza stupefacente, spaccio di cocaina e furto di energia elettrica. L’operazione è stata eseguita  nel villaggio Campo di Mare del quartiere S. Francesco alla Rena.

Nell’abitazione del giovane gli agenti hanno trovato 10 grammi di cocaina, due bilancini di precisione e materiale per confezionare dosi, mentre nell’immobile accanto, per l’appunto, la piantagione, per la cui coltivazione era stato allestito un impianto di illuminazione e ventilazione, collegato abusivamente alla rete pubblica. Presenti anche fertilizzanti e altri prodotti chimici.

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu riscuotendo ampi e rilevanti consensi da parte dei lavoratori

Cisl Fp primo sindacato alle Rsu di Palermo e Trapani

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu svoltesi il 17, 18 e 19 aprile 2018. Mentre sono ancora in corso le operazioni di scrutinio, dai primi risultati emersi, la federazione della Cisl che ...
Leggi Tutto

Rock10elode, torna il contest musicale dedicato alla band in erba

Se c’è un contest musicale che dal 2006 ad oggi ha aiutato a valorizzare i giovani artisti in erba provenienti dai licei siciliani, quel contest è Rock10elode. Dopo la pausa dello scorso anno, servita però a dare vita al progetto-costola ...
Leggi Tutto

Anm e Miur insieme per la Notte bianca della legalità

Promuovere una cultura dei diritti, educare i più giovani a un ruolo attivo nella vita civile e democratica, trasmettere i valori della giustizia: sono gli obiettivi della “Notte bianca della legalità”, iniziativa promossa e realizzata dall'Associazione Nazionale Magistrati e dal ...
Leggi Tutto
Bagheria, un immobile confiscato alla mafia destinato alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria e alla segreteria tecnica del progetto Contratto di Fiume

Bagheria, bene confiscato alla mafia nuova sede della Casa del Volontariato e della segreteria di Contratto di Fiume

Con la deliberazione n.84 del 18 aprile la Giunta municipale di Bagheria ha approvato un atto di indirizzo con il quale ha destinato l’immobile, confiscato alla mafia, di via Cherubini 10 alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest