Lucio Bellomo, velista in solitaria per 33 isole italiane: “Documenterò i nuovi stili di vita”

In barca a vela in solitaria per il mare d’Italia, toccando le sponde di 33 isole tra il Tirreno, l’Adriatico e Ionio, per conoscere, vivere e raccontare il futuro di queste terre, possibili esempi di nuovi modelli di società: “Le isole possono rappresentare degli apripista per modelli nuovi di stili di vita ispirati alla decrescita”. Parole di Lucio Bellomo, il navigatore palermitano che salperà dalla Cala di Palermo domenica 15 aprile, per rimanere in mare circa quattro mesi. Per farlo, Lucio si avvarrà di un natante unico nel suo genere: 6,15 metri per 1,5, che rispetto alle tradizionali barche a vela ha in più due tubolari, simili a quelli dei gommoni, e un boma da windsurf.

Per finanziare la sua avventura e realizzare un documentario Lucio ha previsto un budget di 20 mila euro, che sta raccogliendo attraverso un crowdfunding sulla piattaforma produzionidalbasso. Il velista potrà inoltre contare sul supporto logistico della Lega navale Italiana. “L’idea è di fare il giro di isole minori abitate, dove è presente una comunità – racconta Lucio – C’è una componente sociologica in questo viaggio in solitaria, ma non si tratta di documentare le tradizioni dei luoghi che visiterò. Piuttosto, cercherò di spiegare come vivono le generazioni più giovani, quelle che hanno deciso di rimanere nelle piccole isole, e come è cambiato il loro stile di vita rispetto a quelle precedenti, quali sono le prospettive future, che potrebbero diventare un esempio per le grandi città della civiltà occidentale”.

Da sempre Lucio ha un rapporto strettissimo col mare, ma negli ultimi anni è diventato praticamente simbiotico: “Per tre anni ho insegnato elettronica a Tolone, in Francia, all’università – racconta -, ma mi occupavo di ricerca oceanografia fisica. Utilizzavamo dei radar che misurano le correnti marine, e interpretavamo questi dati dal punto di vista oceanografico. Da quando ho lasciato l’università mi sono messo a navigare, ma il mio lavoro principale è quello di istruttore di immersione subacquea”. Insomma, un bel cambio di rotta.

 

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu riscuotendo ampi e rilevanti consensi da parte dei lavoratori

Cisl Fp primo sindacato alle Rsu di Palermo e Trapani

La Cisl Fp Palermo Trapani si conferma il sindacato più votato alle elezioni delle Rsu svoltesi il 17, 18 e 19 aprile 2018. Mentre sono ancora in corso le operazioni di scrutinio, dai primi risultati emersi, la federazione della Cisl che ...
Leggi Tutto

Rock10elode, torna il contest musicale dedicato alla band in erba

Se c’è un contest musicale che dal 2006 ad oggi ha aiutato a valorizzare i giovani artisti in erba provenienti dai licei siciliani, quel contest è Rock10elode. Dopo la pausa dello scorso anno, servita però a dare vita al progetto-costola ...
Leggi Tutto

Anm e Miur insieme per la Notte bianca della legalità

Promuovere una cultura dei diritti, educare i più giovani a un ruolo attivo nella vita civile e democratica, trasmettere i valori della giustizia: sono gli obiettivi della “Notte bianca della legalità”, iniziativa promossa e realizzata dall'Associazione Nazionale Magistrati e dal ...
Leggi Tutto
Bagheria, un immobile confiscato alla mafia destinato alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria e alla segreteria tecnica del progetto Contratto di Fiume

Bagheria, bene confiscato alla mafia nuova sede della Casa del Volontariato e della segreteria di Contratto di Fiume

Con la deliberazione n.84 del 18 aprile la Giunta municipale di Bagheria ha approvato un atto di indirizzo con il quale ha destinato l’immobile, confiscato alla mafia, di via Cherubini 10 alla Casa del Volontariato e della Solidarietà di Bagheria ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest