Carmelo Bene, da Umberto Cantone una ricognizione dell’istrione

Una ricognizione su Carmelo Bene donchisciottesco protagonista del teatro senza rappresentazione, macchina attoriale della neoavanguardia (che fu) consegnata alla contemporaneità (da lui disprezzata) come fenomeno unico e irripetibile.

A 16 anni dalla sua scomparsa, Umberto Cantone presenterà alla Fabbrica102, domani, domenica 18 marzo a partire dalle 21.15, alcune schegge video sull’attività di guastatore dentro e fuori le scene di Carmelo Bene (durante la prova di un suo spettacolo, nel corso d’interventi televisivi a inizio e fine carriera, nei duelli verbali coi tanti rivali e detrattori, mentre spiega i significati del suo dis-fare teatro e il duello Bene-Gassman al Teatro Argentina nel 1985).

Nel corso della serata verranno pure mostrati alcuni reperti cartacei (i mitici programmi di sala dei suoi spettacoli), viatici indispensabili per raccontare il valore ancora vivo di una straordinaria esperienza artistica e umana.