Tempi d’attesa per gli esami, la replica dell’Asp di Palermo: “Le urgenze effettuate in tempo reale”

Con una nota l’Asp di Palermo replica alla denuncia della Fnp Cisl in cui si puntava il dito sui tempi d’attesa per gli esami diagnostici, in particolare per la prenotazione di una spirometria globale che è stata effettuata a 5 mesi di distanza dalla richiesta.

“In riferimento alla notizia diffusa da alcuni organi di informazione “All’Asp 5 mesi di attesa per una spirometria”, la denuncia della Fnp Cisl, l’Asp di Palermo comunica che in base ad una simulazione effettuata alle ore 12.20 della giornata di oggi presso il Cup (Centro Unificato di Prenotazione) la prima disponibilità utile per una spirometria è per il 22 marzo a Cefalù, mentre nei presidi della città di Palermo la prima disponibilità è per il 14 maggio all’Ospedale Ingrassia.

Si evidenzia, comunque, che le richieste con priorità “U”, urgente, vengono effettuate in tempo reale in sovrannumero presentandosi presso tutti i Presidi aziendali.

Si informa, inoltre, che per pazienti “fragili” inseriti nel percorso della BPCO (BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva), i tempi di attesa per una spirometria nella città di Palermo sono mediamente di 15-20 giorni“.


Widget not in any sidebars