“Innovazione e tutela del lavoro”, sabato assemblea Democrazia Lavoro Cgil a Palermo

“La lotta per la tutela del lavoro al tempo dell’innovazione tecnologica e delle nuove migrazioni”. Ne discuterà, sabato 17 marzo dalle 10 in via Bernabei, 22, l’Assemblea dell’area Democrazia e Lavoro CGIL Sicilia.

“Discuteremo – di legge in una nota del sindacato – degli effetti dell’innovazione tecnologica sull’occupazione, ragionando su come il processo di digitalizzazione, al quale andiamo incontro, va affrontato al fine di mantenere ed aumentare l’occupazione. Il progresso non può e non deve sostituire le macchine all’uomo, la tecnologia va utilizzata per migliorare i processi produttivi e migliorare le condizioni di lavoro, non per ridurre i costi del personale”.

“L’innovazione – dicono ancora dal sindacato – deve rappresentare un modello di sviluppo teso a creare posti di lavoro, va utilizzata come strumento di benessere lavorativo. Le nuove tecnologie devono diventare la frontiera che non solo migliora il lavoro mantenendo ed aumentando l’occupazione. Bisogna utilizzare le nuove “frontiere” digitali per garantire pari accesso al lavoro per tutti, senza distinzione di genere e soprattutto di nazionalità”.

Modera il dibattito in coordinatore regionale di Democrazia e Lavoro, Saverio Cipriano. Interventi di Simonetta Ponzi, coordinatrice nazionale Democrazia Lavoro; Michele Pagliaro, segretario CGIL Sicilia; Maurizio Brotini, segretario CGIL Toscana; Adriano Sgrò, coordinatore nazionale Democrazia Lavoro FP CGIL; Marina Boscaino, portavoce nazionale LIP Scuola; Peppe Scifo, segretario CGIL Ragusa; Giancarlo Albori, coordinatore nazionale Democrazia Lavoro Slc CGIL. Conclude i lavori il coordinatore nazionale di Democrazia Lavoro, Nicola Nicolosi.