Anello ferroviario, Amari cantieri e Confsicilia avviano le prime azioni per il risarcimento danni

L’associazione Amari Cantieri e Confsicilia hanno fatto sapere che sonio state avviate, con l’adesione dei primi ventidue ricorrenti di via Emerico Amari, le procedure per il risarcimento dei danni causati dai lavori per l’anello ferroviario di Palermo a commercianti e residenti.

“Gli avvocati incaricati Nadia Spallitta e Fabrizio Macchiarella, a tal fine – si legge nella nota -, continueranno a svolgere la loro attività di consulenza gratuita rivolta a quanti ritengano di aver subito danni dall’opera in oggetto in modo da garantire, nella contestualità della procedura intrapresa, la trattazione puntuale delle situazioni soggettive nel pieno rispetto della privacy di ogni soggetto ricorrente. L’attività di consulenza sarà svolta nei giorni di Martedì e Giovedì dalle ore 18,30 alle ore 20,30 per tutto il mese di Marzo, presso la sede delle associazioni in via Amari 27 previo appuntamento telefonico al tel 3297328462  – è la comunicazione affidata alla stampa – Fissare l’appuntamento servirà a garantire il rispetto dei dati sensibili di ciascun ricorrente evitando il sovrapporsi della trattazione dei singoli casi”.


Widget not in any sidebars