“Sgarbi, se ne vada”: i Cinquestelle presentano censura all’Ars

Una mozione di censura contro l’assessore ai Beni culturali delle Regione siciliana, Vittorio Sgarbi. A presentarla all’Assemblea Regionale Siciliana, i deputati del Movimento 5 Stelle, che invitano il presidente della Regione, Nello Musumeci, a “provvedere senza indugio alla rimozione immediata ed alla sostituzione dell’assessore”.

Secondo i Cinquestelle, “i continui e squallidi turpiloqui via social e le reiterate offese indirizzate, spesso in pose indecenti, ad attivisti, militanti e portavoce del Movimento 5 stelle e, soprattutto, contro Luigi Di Maio, uniti alla scarsissima produttività della delega assessoriale di Sgarbi si sono tradotti in un atto parlamentare che il M5S cercherà di portare in Aula al più presto”.

“Sgarbi, col suo inqualificabile comportamento – afferma il capogruppo del M5S all’Ars, Valentina Zafarana – ha leso il decoro della Sicilia e dei siciliani. Più volte abbiamo chiesto a Musumeci di rimuoverlo, ma finora il presidente ha fatto orecchie da mercante, o, peggio, ha affermato di non essere la sua badante. Ebbene, in questo governo non può trovare spazio uno che ha bisogno di badanti. Se la richiesta di rimozione del M5S non è bastata a Musumeci, proveremo a fargliela fare dal Parlamento attraverso la nostra mozione di censura”.

La mozione, scritta dal deputato Salvatore Siragusa e sottoscritta dagli altri 19 deputati del Movimento, ripercorre alcune delle inqualificabili uscite di Sgarbi con un “turpiloquio degno della peggiore osteria, con parolacce, epiteti e frasi che vanno oltre l’educazione e la comune buona creanza, con atteggiamenti e modi fortemente offensivi e lesivi della dignità e dell’onore”.

“L’assessore – afferma Siragusa – rappresentata istituzionalmente l’intero popolo siciliano, che pretende ed esige che i propri rappresentanti assolvano al compito cui sono demandati, come previsto dall’articolo 54 della nostra Costituzione, con dignità ed onore e con un comportamento sobrio. Tutto il contrario, praticamente, di quello che ha fatto Sgarbi in taluni frangenti. È lapalissiano, pertanto, che non può più rimanere al suo posto”.

Alla radice della mozione contro Sgarbi, oltre al turpiloquio, c’è anche la scarsissima produttività dell’assessore “che possiamo riassumere – si legge nella mozione – nel dare mandato all’amministrazione regionale di acquisire al patrimonio regionale il castello di Schisò… un po’ poco per le immense necessità di buone pratiche e di buona amministrazione di cui abbisognano i Beni culturali in Sicilia”.

“A ciò va aggiunto – conclude Siragusa – che Sgarbi, pur pesantemente sconfitto nel duello elettorale ad Acerra contro Di Maio, è stato eletto nel collegio di Ferrara e, quindi, nella migliore delle ipotesi, ci troveremmo, se Musumeci, non lo rimuovesse, un assessore a mezzo servizio, impegnato parte a in Sicilia e in parte a Montecitorio”.

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto