Crocetta scarica Polizzotto: “Non è più mio consulente dal 2013 e alle regionali ha sostenuto Musumeci”

Polizzotto ha smesso di fare il consulente per me alla fine del 2013. Il reato per cui è indagato è stato commesso dopo, quando l’avvocato non aveva da tempo alcun rapporto di collaborazione con la mia presidenza. Alle ultime elezioni ha sostenuto Forza Italia e l’attuale Presidente“. Lo ha detto l’ex presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, commentando l’arresto del suo ex capo di segreteria tecnica, coinvolto in una inchiesta su presunte tangenti per la realizzazione dell’autostrada Siracusa-Gela.

Nessuno speculi sull’idagine che riguarda l’ex mio consulente Polizzotto – ha aggiunto Crocetta – Ha smesso di fare il mio consulente alla fine del 2013, per differenze di vedute su diverse questioni. Tale evidenza è perfettamente dimostrabile persino dalle scelte politiche che l’avvocato ha fatto di recente, aderendo a Forza Italia, a sostegno della candidatura del presidente Musumeci. In merito, poi, all’avvocato Gazzarra – approfondisce Crocetta – era presidente del Cas nominato dal precedente governo e nel corso della mia amministrazione, componente del Cda, espressione dei soci di minoranza dell’ente”.