La realtà virtuale come nuova arma contro infarto e ictus

Presto la realtà virtuale potrebbe diventare una nuova arma contro infarto e ictus che, grazie alle simulazioni digitali, potrà aiutare medici e chirurghi a prevenire e curare queste patologie in maniera più efficace.

Gli studi si sono incentrati sulla realizzazione di modelli virtuali basati su immagini mediche di ruotine degli ospedali. E questo analizzando l’anatomia vascolare di un ictus e di malattie cardiache, come ad esempio un infarto, simulando i possibili trattamenti da parte dei medici e prevedendo impatto ed evoluzione dell’operazione.

Questa tecnologia verrà sperimentata al Politecnico di Milano grazie ai progetti Insist e InSilc, dalla durata rispettiva di 3 anni e 4 anni, con un finanziamento di 11,3 milioni di euro da parte del progetto europeo Horizon. In particolare, i test saranno condotti presso il Laboratorio di Meccanica delle Strutture biologiche (LaBS) del Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria chimica “Giulio Natta”.