Pagano (Lega): “Ferrovie scoprono solo oggi che la Sicilia ha bisogno di infrastrutture”

“I vertici di Ferrovie sembrano scoprire oggi che la Sicilia ha bisogno di interventi infrastrutturali. Mentre i pendolari siciliani sono costretti a impiegare otto ore per arrivare a Palermo da Trapani, cambiando tre o quattro convogli. In tutti questi anni il Sud è stato sostanzialmente abbandonato, si è sempre parlato tanto, sempre al futuro, ma fatti zero. Bisogna mettere nelle condizioni Salvini e la Lega di poter governare, il nostro programma è chiaro: un piano cantieri di 22 miliardi di euro per fare del Sud e della Sicilia l’hub del Mediterraneo, sfruttando così la strategica posizione geografica dell’Isola, naturale ponte di collegamento tra il Sud-Est del mondo e l’Europa”. Lo dice il deputato della Lega Alessandro Pagano, segretario regionale Sicilia occidentale.

“Per far questo è necessario investire nella logistica – aggiunge – coinvolgendo i principali scali portuali siciliani, non solo Augusta ma, a esempio, anche Gela. Più economia, più posti di lavoro. E’ chiaro che per far tutto ciò è essenziale avere trasporti e una rete infrastrutturale all’altezza. Non è più il tempo dei proclami, ma di passare all’azione”.