Capaci, vandali uccidono tartarughe in una villa comunale

Vandali in azione nella villa comunale Mafalda di Savoia, a Capaci. Ignoti hanno forzato il cancello laterale e sono entrati nel parco dove hanno devastato l’area giochi dei bambini, danneggiato diverse attrezzature, sparso sulle aree verdi numerosi rifiuti. Neanche la fontana è uscita indenne dalla furia distruttiva dei teppisti che, non soddisfatti di avervi gettato dentro bottiglie, bicchieri, cartacce e perfino una sedia, hanno rotto una delle valvole che controlla l’erogazione dell’acqua. A farne le spese diverse tartarughe Trachemys scripta (tartaruga palustre americana) che di quella posto avevano fatto la loro casa. Alcune sono morte sotto i colpi dei vandali – molte di loro avevano il carapace fracassato – alcune per la mancanza d’acqua, altre ancora sono state trovate, prive di vita, al di fuori della fontana. Solo in sette sono sopravvissute e di loro si sono presi cura i volontari della Sezione Enpa di Carini (Palermo) e del Circolo di Legambiente Naturalmente Sicilia. Le tartarughe superstiti sono in custodia a volontari dell’Enpa di Carini; saranno restituite alla loro casa non appena completati i lavori di riparazione e messa in sicurezza della fontana.