Incentivo occupazione Sud: agevolazioni per chi assume a tempo indeterminato nel Meridione

Dopo il lancio avvenuto nel 2017, prosegue anche quest’anno il programma di incentivi per l’assunzione di personale a tempo indeterminato (o la trasformazione dei contratti a tempo determinato già esistenti) nelle regioni del Meridione e quelle “in transizione”, grazie all’Incentivo occupazione Sud.

L’incentivo, pari ad un esonero contributivo del 100% fino a 8.060 euro, è concesso alle aziende con sede di lavoro nelle Regioni “meno sviluppate” Basilicata, Campania, Puglia, Sicilia, Calabria, e nelle “regioni in transizione” Abruzzo, Molise, Sardegna  che, senza esservi tenute (esclusi quindi i casi di obbligo all’assunzione), assumono giovani di età compresa tra i 16 anni e 24 anni compiuti e persone di almeno 25 anni di età prive di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

Quindi l’incentivo spetta anche per le assunzioni di persone con più di 25 anni, a patto che tali persone abbiano reso la DID (Dichiarazione di immediata disponibilità al Centro per Impiego), e quindi abbiano lo status di disoccupato, e che negli ultimi 6 mesi non abbiano avuto un rapporto di lavoro della durata di almeno 6 mesi, che si può evincere nel loro certificato C2 storico sempre rilasciato dal Centro per Impiego.

L’incentivo è operativo dopo che l’Anapal (Agenzia Nazionale Politiche Attive per il Lavoro) ha pubblicato il relativo decreto, e può essere fruito esclusivamente tramite conguaglio nelle denunce contributive trasmesse mensilmente dalle aziende all’Inps. L’incentivo deve essere fruito, a pena di decadenza, entro il 28 febbraio 2019.

Tutte le informazioni su come accedere all’incentivo sono disponibili nell’apposita pagina sul sito dell’Anpal.


Fonte: Informagiovaninet