Volano gli stracci tra i dem, Crocetta: “Orlando faccia bagno di umiltà”

“Coloro che vogliono fare fuori Renzi hanno un grande debito di gratitudine nei confronti di Leoluca Orlando“. Alla vigilia delle elezioni era evidente che Rosario Crocetta avesse più di qualche sassolino da togliere dalla scarpa. E adesso li snocciola uno a uno, intervento dopo intervento in un’analisi del voto che in casa dem è destinata a far volare gli stracci.

Questa volta l’ex primo inquilino di palazzo d’Orleans guarda al dato palermitano e ammette che i detrattori di Renzi avrebbero addirittura un “debito doppio, prima per per avere fatto straperdere alle elezioni regionali il centrosinistra attraverso la candidatura di Micari e adesso le elezioni politiche, consegnando al Pd la sconfitta più clamorosa d’Italia“.

“Naturalmente per il sindaco di Palermo – prosegue Crocetta – convinto da sempre che i confini della Sicilia siano circoscritti dentro Palazzo delle Aquile e, da un paio di anni, presso la sede dell’ufficio palermitano di Faraone, è sempre colpa degli altri, in particolare mia. Orlando è così, se non trova un nemico non riesce a vivere. Naturalmente, anche quando Orlando straperse in Sicilia, da candidato alle regionali, contro Cuffaro, forse fu colpa mia. Peccato, che non può dirlo, visto che la città di Gela, dove ero sindaco, fu l’unica città siciliana che diede allora ad Orlando la maggioranza“.

Insomma, secondo Crocetta, “la verità che Orlando è rimasto il solo democristiano superstite, ha sempre odiato la sinistra e ha sempre cercato di distruggerla, per assorbire in un partito personale Orlandiano la storia del Pci, dei Ds ed adesso del Pd. Se ne faccia una ragione: i fatti parlano più chiaramente dei suoi insulti e della sua arroganza. Si faccia un bel bagno di umiltà“.

Morti Bianche in Sicilia, Alessandro Aricò: "Verificheremo ipotesi prepensionamento per i lavoratori a lungo esposti all'amianto"

Morti Bianche in Sicilia, Aricò: “Verificheremo ipotesi prepensionamento per chi esposto all’amianto”

"L'appello lanciato dall'Osservatorio nazionale Amianto merita una risposta immediata delle istituzioni politiche e pertanto avrà il massimo sostegno da parte nostra: verificheremo la possibilità di portare al Consiglio dei ministri un atto di indirizzo che preveda il prepensionamento dei lavoratori ...
Leggi Tutto
La via dei Librai, presentata la terza edizione a Palermo: 60 stand, 3 isole letterarie e 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto

La via dei Librai, presentata la terza edizione: 60 stand e 3 isole letterarie

Terza edizione, 60 stand, 3 isole letterarie (Leonardo Sciascia: piazza Bologni, Vincenzo Consolo: piano della Cattedrale, Salvatore Quasimodo: via Collegio di Giusino), 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto, 1 km di passione, di ...
Leggi Tutto
Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura

Lomonte: “Non c’è alcuna crisi idrica, agricoltori colpiti per mancanze di idee della Regione”

Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura: "Non c’è alcuna crisi idrica, e gli agricoltori non possono essere colpiti per la mancanza di idee ...
Leggi Tutto
Amianto killer in Sicilia, Filippo Virzì portavoce dell'Ugl Sicilia: "Determinante l'operato dell'Ona. Politica troppo timida sull'argomento"

Amianto, Filippo Virzì (Ugl): “Determinante l’operato dell’Ona”

"I dati snocciolati da Ezio Bonanni, presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto (Ona), in occasione del convegno di stamani sono a dir poco agghiaccianti, 600 decessi per patologie legate all’amianto nel 2017, dice tutto, è un dato che deve farci riflettere profondamente". Così ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest