Spicola: “Un eventuale appoggio ai Cinquestelle sia deciso dall’Assemblea Nazionale del Pd”

L’appoggio ad un governo Cinquestelle sia separato dall’analisi del voto e non sia l’alibi per riaprire uno scontro che potrebbe produrre nuovi strappi e lacerazioni”. Lo afferma Mila Spicola, esponente del Partito Democratico, analizzando il voto di domenica alle politiche.

“Sono consapevole al 100% della sconfitta, critica con me stessa prima che con altri”, prosegue la Spicola. “Non faccio però oggi la lapidazione dei compagni, da Renzi, ad altri dirigenti nazionali o locali di ogni posizionamento interno, all’ultimo iscritto. Ho esercitato le mie critiche apertamente in altri tempi e con la consapevolezza delle conseguenze, dunque non rifiuto la critica in sé. Adesso però non è il momento delle lapidazioni pubbliche, nazionali o locali perché non servono e non pagano. La sconfitta elettorale è piena e certa. Le ragioni sono tante: stanno dentro il partito, dentro l’Italia, fuori dall’Italia, nelle singole case e dentro i nostri apparati. Trovo, sinceramente, la ridda delle dichiarazioni contro questo o quello e le corse ai posizionamenti tanto inutili quanto poco interessanti. Calma, lucidità e attenzione alle persone, meno ai posizionamenti”.

“Nello stesso tempo non dobbiamo sovrapporre l’analisi del voto alle decisioni da prendere dopo il voto. Alle urne i cittadini sono stati chiari e dobbiamo rispettare le intenzioni di voto. Le mie idee e la mia proposta politica sono chiare ed non hanno nulla di affine al Movimento 5 stelle o alle destre. E la pensano così tantissimi iscritti, militanti e soprattutto elettori del Partito Democratico”.

“Queste decisione – conclude Mila Spicola – non è una decisione che deve prendere il vertice o il gruppo dirigente, ma è una decisione che deve essere presa dall’Assemblea Nazionale, l’organismo democratico più ampio del partito. Ed è una decisione libera che nulla deve spartire con eventuali posizionamenti. Sennò si ripete l’errore che si fece nel caso dell’appoggio del Pd al governo Lombardo: assimilarla a questioni di parte e non di partito. Non faccio parte dell’assemblea nazionale, ma, oggi come allora, voterei contro, anche da sola“.

Morti Bianche in Sicilia, Alessandro Aricò: "Verificheremo ipotesi prepensionamento per i lavoratori a lungo esposti all'amianto"

Morti Bianche in Sicilia, Aricò: “Verificheremo ipotesi prepensionamento per chi esposto all’amianto”

"L'appello lanciato dall'Osservatorio nazionale Amianto merita una risposta immediata delle istituzioni politiche e pertanto avrà il massimo sostegno da parte nostra: verificheremo la possibilità di portare al Consiglio dei ministri un atto di indirizzo che preveda il prepensionamento dei lavoratori ...
Leggi Tutto
La via dei Librai, presentata la terza edizione a Palermo: 60 stand, 3 isole letterarie e 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto

La via dei Librai, presentata la terza edizione: 60 stand e 3 isole letterarie

Terza edizione, 60 stand, 3 isole letterarie (Leonardo Sciascia: piazza Bologni, Vincenzo Consolo: piano della Cattedrale, Salvatore Quasimodo: via Collegio di Giusino), 120 partecipanti tra librerie, editori, associazioni culturali, commercianti ed artigiani del Cassaro Alto, 1 km di passione, di ...
Leggi Tutto
Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura

Lomonte: “Non c’è alcuna crisi idrica, agricoltori colpiti per mancanze di idee della Regione”

Ciro Lomonte, segretario dei Siciliani Liberi, attacca il governo regionale sulla gestione della crisi idrica, soprattutto per quel che concerne il settore dell'agricoltura: "Non c’è alcuna crisi idrica, e gli agricoltori non possono essere colpiti per la mancanza di idee ...
Leggi Tutto
Amianto killer in Sicilia, Filippo Virzì portavoce dell'Ugl Sicilia: "Determinante l'operato dell'Ona. Politica troppo timida sull'argomento"

Amianto, Filippo Virzì (Ugl): “Determinante l’operato dell’Ona”

"I dati snocciolati da Ezio Bonanni, presidente dell'Osservatorio Nazionale Amianto (Ona), in occasione del convegno di stamani sono a dir poco agghiaccianti, 600 decessi per patologie legate all’amianto nel 2017, dice tutto, è un dato che deve farci riflettere profondamente". Così ...
Leggi Tutto

Pin It on Pinterest