Spicola: “Un eventuale appoggio ai Cinquestelle sia deciso dall’Assemblea Nazionale del Pd”

L’appoggio ad un governo Cinquestelle sia separato dall’analisi del voto e non sia l’alibi per riaprire uno scontro che potrebbe produrre nuovi strappi e lacerazioni”. Lo afferma Mila Spicola, esponente del Partito Democratico, analizzando il voto di domenica alle politiche.

“Sono consapevole al 100% della sconfitta, critica con me stessa prima che con altri”, prosegue la Spicola. “Non faccio però oggi la lapidazione dei compagni, da Renzi, ad altri dirigenti nazionali o locali di ogni posizionamento interno, all’ultimo iscritto. Ho esercitato le mie critiche apertamente in altri tempi e con la consapevolezza delle conseguenze, dunque non rifiuto la critica in sé. Adesso però non è il momento delle lapidazioni pubbliche, nazionali o locali perché non servono e non pagano. La sconfitta elettorale è piena e certa. Le ragioni sono tante: stanno dentro il partito, dentro l’Italia, fuori dall’Italia, nelle singole case e dentro i nostri apparati. Trovo, sinceramente, la ridda delle dichiarazioni contro questo o quello e le corse ai posizionamenti tanto inutili quanto poco interessanti. Calma, lucidità e attenzione alle persone, meno ai posizionamenti”.

“Nello stesso tempo non dobbiamo sovrapporre l’analisi del voto alle decisioni da prendere dopo il voto. Alle urne i cittadini sono stati chiari e dobbiamo rispettare le intenzioni di voto. Le mie idee e la mia proposta politica sono chiare ed non hanno nulla di affine al Movimento 5 stelle o alle destre. E la pensano così tantissimi iscritti, militanti e soprattutto elettori del Partito Democratico”.

“Queste decisione – conclude Mila Spicola – non è una decisione che deve prendere il vertice o il gruppo dirigente, ma è una decisione che deve essere presa dall’Assemblea Nazionale, l’organismo democratico più ampio del partito. Ed è una decisione libera che nulla deve spartire con eventuali posizionamenti. Sennò si ripete l’errore che si fece nel caso dell’appoggio del Pd al governo Lombardo: assimilarla a questioni di parte e non di partito. Non faccio parte dell’assemblea nazionale, ma, oggi come allora, voterei contro, anche da sola“.

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto

Palermo, è morta la giornalista Laura Nobile

È morta oggi, a 47 anni, dopo una lunga malattia, Laura Nobile, collaboratrice de La Repubblica per la quale ha seguito per anni gli appuntamenti culturali. "Siamo affettuosamente vicini alla famiglia e ai colleghi di Laura Nobile, una professionista che ...
Leggi Tutto