Agrigento, riaperto il Palacongressi. Musumeci: “Momento di svolta per economia locale”

È stato riaperto oggi pomeriggio, dopo quattro anni di chiusura, il Palacongressi di Agrigento. La gestione della struttura, di proprietà della Regione Siciliana, è stata affidata al Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei templi.

“L’inaugurazione della struttura come ouverture della 73ma edizione della sagra del Mandorlo in fiore – afferma il presidente della Regione, Nello Musumeci – segna un forte momento di svolta per l’economia locale e lo sviluppo turistico di Agrigento e del suo hinterland. Il territorio, finalmente, si riappropria di un edificio che aggiunge capacità attrattiva alla città e all’intera provincia. La firma della convenzione rappresenta un efficace esempio di sinergia e programmazione, finalizzato al raggiungimento di obiettivi di crescita per le imprese e incremento di occupazione”.

Contestualmente al taglio del nastro, è stata sottoscritta una convenzione tra la Regione e il Parco per definire le modalità di utilizzazione delle sale e degli spazi interni dell’edificio situato nel villaggio Mosè. A firmarla l’assessore regionale dell’Economia, Gaetano Armao, il dirigente generale del Dipartimento Finanze e credito, Benedetta Cannata, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, il commissario e il direttore del Parco, Carmelina Volpe e Giuseppe Parello.

“Con la sua Valle e la sua storia – aggiunge l’assessore Armao, plaudendo alla ripresa delle attività – Agrigento ha le potenzialità per essere molto più che Capitale italiana della cultura. Una peculiarità alla quale il governo Musumeci crede fortemente e sulla quale punta, con forte responsabilità, determinazione e concretezza”.

Il Palacongressi diventerà anche la sede fissa del Convegno internazionale di studi pirandelliani, giunto alla 55ma edizione, e organizzato annualmente nel mese di dicembre dall’omonimo Centro nazionale.

“Non possiamo pensare al potenziamento del turismo congressuale nell’Isola – conclude il presidente della Regione – senza intanto rendere efficienti le strutture esistenti. Se ad Agrigento aggiungiamo le Ciminiere di Catania, il Palacongressi di Taormina e gli spazi di Palermo diventa possibile cominciare a lavorare su un’offerta competitiva. Il turismo congressuale è uno dei segmenti su cui il mio governo intende puntare”.

malinconia, donna in riva al mare

Assostampa: “Trattare le notizie di suicidi con responsabilità ed evitando sensazionalismi”

Assostampa Trapani ha rivolto un appello ai colleghi giornalisti, affinché le notizie riguardanti i casi di suicidio vengano a trattate con responsabilità ed evitando i sensazionalismi. Il richiamo arriva in seguito al suicidio di una giovane di Marsala e di ...
Leggi Tutto

Come fratelli: dramma teatrale di mafia, amicizia e scelte

Nuove date per Come fratelli, il dramma in atto unico che andrà in scena il 19 luglio a Villa Filippina, a Palermo inizio spettacolo 21.30, e il 12 Agosto a Cinisi, alla Tonnara dell'orsa. Il testo, scritto da Giovanni Libeccio, vede ...
Leggi Tutto
Vucciria, La "Santa Morte" sfregiata

Sfregiato il murales “La Santa Morte” alla Vucciria

Atto vandalico a piazza Garraffello, in pieno centro storico a Palermo. È stato sfregiato il murales “La Santa Morte”, opera firmata da Igor Scalisi Palminteri, dipinta nel maggio scorso sullo spazio che si affaccia sulla celebre piazza della Vucciria. Nelle ...
Leggi Tutto

Rai Sicilia, Rino Cascio nuovo caporedattore. Gli auguri di Orlando

La Rai siciliana ha un nuovo caporedattore, è il giornalista Rino Cascio. Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando fanno gli auguri al neo caporedattore: "Un incarico importante - dichiarano -, carico di ...
Leggi Tutto